Krapfen o Berliner di Iginio Massari

Krapfen o Berliner di Iginio Massari

Roma – Krapfen o Berliner di Iginio Massari.

Antonella Audino ci insegna a preparare dei golosissimi Krapfen e ci spiega la differenza tra questi e i bomboloni.

Ma lo sapete che si fa un bel pò di confusione tra Krapfen e Bomboloni?

Ebbene non sono la stessa cosa, assolutamente no! il nome intanto non distingue la forma… molti erroneamente pensano al krapfen come alla ciambella fritta e zuccherata al bombolone come a quello tondo e farcito.

Quindi due righe senza annoiarvi giusto per fare un brevissimo distinguo e sapere di cosa stiamo parlando.

I KRAPFEN sono dolci a pasta piena ,hanno nell’impasto tante uova e parecchio burro è quasi una pasta brioche fritta ed originariamente erano  riempiti con confettura e poi fritti e zuccherati

I BOMBOLONI invece sono fatti di una pasta più leggera detta  pasta vuota senza uova, o per lo meno 1 su 1/2  kg di farina, viene fritto, scolato, farcito con creme e poi zuccherato, ma originariamente veniva servito vuoto.

Infine un consiglio: la crema per la farcitura dei Krapfen va preparata qualche ora prima, così rassoda leggermente e soprattutto perchè non sarebbe pratico quando è bollente inserirla con la sac à poche.

Tempo di realizzazione.
7 ore.

Difficoltà.
Media.

Ingredienti con coppapasta da 6 cm circa 20.

500 g di Farina di Manitoba.
75 g di zucchero.
10 g di lievito di birra.
150 g di Uova intere.
40 g di Tuorli.
7 g di sale.
110 g di acqua.
100 g di burro morbido a pezzettini.
zeste di limone.
1 cucchiaino di estratto di vaniglia.

Procedimento.

Sciogliete il lievito nell’acqua, mettete tutti gli ingredienti, tranne 60 g di uova intere, in planetaria per 5 minuti a media velocità, poi per 5 minuti ad alta velocità.

Unite i 60 g di uova che avete tenuto da parte e fate incorporare perfettamente fino a quando l’impasto sarà ben incordato, elastico e asciutto, unite goccia a goccia l’estratto di vaniglia.

Mettete l’impasto in una ciotola, arrotondate, rincalzate e fatelo triplicare ad una temperatura di 24°C (4 ore).

Ribaltate l’impasto su una spianatoia leggermente infarinata e date 2 giri di pieghe a tre*, poi coprite a campana e fate riposare 15 minuti.

Stendete l’impasto con un mattarello ad uno spessore di 1 cm, senza pressare troppo, e coppate con un coppapasta, io l’ho usato da 6, far rilievitare per circa 60 minuti e friggere in friggitrice ad una temperatura di 170°C con olio d’arachidi o in un pentolino stretto dove l’olio deve coprire interamente il krapfen.
Togliere il krapfen ben dorato da entrambi i lati.

Per una frittura ottimale è preferibile l’olio di arachidi e non fare aggiunte mentre siete in frittura.

Scolare bene, farcire con crema pasticciera o con confettura e rotolare delicatamente nello zucchero semolato.

* Per 2 giri di pieghe a tre si intendono delle pieghe a portafoglio nel quale si allarga leggermente l’impasto, senza tirare, a formare un piccolo rettangolo, quindi si porta un lato al centro e l’altro sopra, poi si gira l’impasto su se stesso di 90° portando le pieghe da verticali a orrizzontali, e si ripete l’operazione. Questa operazione da una spinta all’impasto che poi crescerà di più in altezza
Per maggiore chiarezza guarda questo video .

.

In collaborazione con il Gruppo Facebook  “Quelli che non solo dolci”

Per saperne di più sul gruppo “Quelli che non solo dolci” clicca qui.

Se vuoi diventare anche tu un membro del gruppo clicca qui.

.

Chi è Antonella Audino.

Sono semplicemente un’appassionata di cucina da sempre, sin da bambina, ma solo in questi ultimi anni ho potuto ampliare i miei orizzonti seguendo dei corsi e applicandomi in piccoli studi, perché non può essere sempre passione e basta, e  arriva la voglia e la curiosità di conoscenza.
Sempre da dilettante, in cucina per la famiglia e gli amici, mi piace sorprendere con ricette nuove e belle presentazione dei piatti.
Una piccola soddisfazione per me è anche l’apprezzamento di qualche mio elaborato sul gruppo “Quelli che non solo i dolci” ed in altri, ma senza competizione, giusto per partecipare e condividere belle esperienze, in quello che è il mio hobby e prende parecchio del mio tempo.
Tempo che mi piace trovare tra mille impegni, non ultimo quello di nonna… Infatti nella mia cucina ci scappa anche qualche bel biberon… E che soddisfazione!!!

Potete trovare Antonella nel suo blog Dolci Merende & Dintorni.

Altre ricette di Antonella su Ladyblitz:

Cornetti Otto Veli, per una colazione soffice soffice
Maritozzi Romani alla Crema
Castagnole alla Ricotta
Torta Amore alle fragoline di bosco
Piccoli Crumble ai Frutti Rossi
Torta delle Rose con Marmellata di Arance
Focaccia Pugliese ai pomodorini
Focaccine alle Cipolle Caramellate
I “Fiocchi di Neve di Poppella”
Sofficini Prosciutto e Mozzarella
Straccetti di Pollo con Funghi e Pomodorini
Fisarmonica Salata Ripiena
Panzerotti Pugliesi… Irresistibilmente buoni
Cestini di Pane con Grano Arso
Insalata di Farro Estiva
Involtini di Pesce Spada
Maionese Pastorizzata con o senza Bimby
Orecchiette, Pomodorini e Zucchine Fritte
Crostata di Fichi con o senza Bimby
Minestra Tiepida Superlight
Frittelle del Luna Park con e senza Bimby
Panini al Latte Sofficissimi
Torta di Rose gusto Pizza con e senza il Bimby
Focaccia alla Genovese
Crostata al Cioccolato di Ernest Knam con o senza Bimby
Confettura Autrichienne (metodo Faber)
Ciambelle Fritte… ed è subito festa…
Pangoccioli morbidi morbidi con o senza Bimby
Cookies Cioccocaffè
Cuor di Brioche alla Nutella per un San Valentino davvero goloso

Antonella Audino

Antonella Audino

.

.

Link a Lady Kitchen

 

 

Potrebbero interessarti anche...