Categorie
Salute

Abbassare il colesterolo: quanto tempo ci vuole?

È probabile che le persone che desiderano abbassare i livelli di colesterolo scoprano che apportare modifiche efficaci alla propria dieta e al proprio stile di vita è più efficace che provare soluzioni rapide.

Riuscire a cambiare alcune importanti abitudini è un passo decisivo nella lotta al colesterolo alto. Modificando il proprio stile di vita, si potranno notare gli effetti benefici in poche settimane.

Tuttavia, perché il cambiamento nei livelli di colesterolo sia duraturo, dovrai attenerti al nuovo stile di vita sano e agli eventuali farmaci prescritti dal medico, per sempre.

Cos’è il colesterolo?

Si tratta di una sostanza grassa prodotta dal fegato. Nell’organismo, svolge un ruolo chiave nella formazione delle cellule e nella scomposizione di alcuni tipi di acidi grassi. Il corpo produce tutto il colesterolo di cui ha bisogno.

Il colesterolo alimentare è l’altra fonte di colesterolo, proveniente dagli alimenti che vengono assunti. Si trova in alimenti di origine animale come carne, tuorlo d’uovo e latticini. Una assunzione sistematica di questi prodotti può aumentare i livelli di colesterolemia. Inoltre, alcuni grassi e oli possono stimolare il fegato a produrre più colesterolo.

Livelli di colesterolo

Secondo le linee guida, si parla di colesterolo alto nel sangue quando i suoi valori superano i 200 milligrammi per decilitro (mg / dl). Livelli elevati di questa sostanza aumentano il rischio di malattie cardiache ed eventi gravi, come infarto o ictus.

Quanto tempo ci vuole per abbassarlo?

Le persone che hanno bisogno di usare farmaci come le statine per combattere l’ipercolesterolemia dovrebbero assistere ad una rapida diminuzione di questa sostanza. Questi farmaci possono funzionare nel giro di poche settimane e generalmente funzionano in misura maggiore rispetto ai cambiamenti dello stile di vita.

Tuttavia, poiché la dieta influisce sui livelli di colesterolo nell’organismo, i medici raccomandano ai pazienti di apportare modifiche alla propria alimentazione e alle abitudini di vita, oltre a prendere farmaci.

Alcuni cambiamenti nella dieta possono causare piccole riduzioni dell’ipercolesterolemia in appena 4 settimane. La maggior parte delle persone può aspettarsi di vedere la differenza in pochi mesi con una dieta sana.

Come abbassare il colesterolo

Farmaci: per le persone che hanno un colesterolo pericolosamente alto, i medici raccomandano spesso farmaci specifici. Ogni paziente, verrà seguito dal proprio medico per la cura più appropriata.

Cambiamenti nella dieta e nello stile di vita

Sebbene non producano risultati in modo rapido quanto i farmaci, in poche settimane o qualche mese il paziente potrà notare una riduzione dell’ipercolesterolemia. Vediamo come.

Aumenta l’assunzione di cibi vegetali

I cibi vegetali sono ricchi di vitamine e sostanze nutritive e non contengono colesterolo. La maggior parte degli alimenti vegetali non contiene nemmeno grassi saturi, che possono aumentare l’ipercolesterolemia.

Una revisione pubblicata su Nutrition Reviews ha rilevato che le persone che mangiavano diete vegetariane avevano livelli di colesterolo significativamente più bassi rispetto agli onnivori. Gli autori hanno anche notato che alcune diete mirate che utilizzano alimenti vegetali potrebbero causare effetti più forti.

Leggi anche: Proteine, sai quali sono gli alimenti di origine vegetale che ne forniscono di più?

Ad esempio, una dieta ricca di fibre solubili, steroli vegetali e fonti di proteine ​​vegetali, come soia e noci, ha ridotto il colesterolo LDL in media del 28,6% in sole 4 settimane.

Le persone che hanno bisogno di ridurre rapidamente i livelli di ipercolesterolemia, possono farsi aiutare da un medico dietologo per creare un programma alimentare mirato.

Aumenta l’assunzione di fibre

La fibra è molto importante per la nostra salute. Mantiene in salute il sistema digerente e può aiutare impedire al corpo di assorbire il colesterolo.

Evita i grassi trans

Evitare i grassi trans è importante per la salute del colesterolo. Questi tipi di grassi sono presenti soprattutto in cibi fritti e trasformati.

Limita i grassi saturi

I grassi saturi non contribuiscono direttamente al colesterolo. Tuttavia, attivano il fegato per produrne di più. Le linee guida raccomandano di limitare i grassi saturi al 5-6% dell’apporto calorico giornaliero. 

Esercizio fisico

L’esercizio fisico regolare è molto importante per la nostra salute. Nello specifico, è un aiuto anche nell’abbassamento dell’ipercolesterolemia.

L’esercizio aiuta anche a gestire molti fattori di rischio delle malattie cardiache, aiuta a dimagrire e rafforza il cuore. È importante notare che questi sono cambiamenti a lungo termine.