Pancia piatta, meno sale e più fibre

Pancia piatta? Riduci il sale e aumenta le fibre

3 Settembre 2014 - di Mari

WASHINGTON – Vuoi una pancia piatta? Riduci il sale e aumenta le fibre e il potassio. E’ la ricetta di Robynne Chutkan, gastroenterologa americana e fondatrice del Digestive Centre for Women di Washington.



Lungi dal suggerire diete o restrizioni alimentari impossibili, la dottoressa Chutkan consiglia di fare una cosa semplicissima: rimettere davvero in moto l’intestino e liberare il corpo da liquidi in eccesso.

Nel suo ultimo libro Chutkan spiega perché le donne tendono a gonfiarsi più degli uomini a livello della pancia. Il motivo sarebbe imputabile proprio all’intestino che, nelle donne, è più lungo.

Anche l’apparato digerente è differente in maschi e femmine, sottolinea l’esperta. Quindi, per avere una pancia piatta la dottoressa suggerisce di ridurre l’apporto di sale nella dieta perché questo contribuisce a favorire il gonfiore e l’edema. 

Oltre a ridurre il sale, sia nei condimenti sia quello già presente nei cibi, la dottoressa raccomanda di aumentare l’assunzione di fibre, sia insolubili sia solubili, in modo da favorire le funzioni intestinali e combattere la sensazione di gonfiore.

Via libera, quindi, a frutta e verdura a foglia verde, ma anche a vegetali ricchi di potassio, come le banane, poiché questo elemento promuove lo smaltimento dei liquidi in eccesso, contrastando la ritenzione idrica.

Da evitare, invece, non solo troppi zuccheri e fritti, ma anche i dolcificanti artificiali, che non vengono totalmente digeriti e possono causare una fermentazione nell’intestino che provoca gas e gonfiore.

 

Tags