Vertigini quando ci si alza, due semplici tecniche efficaci

Vertigini quando ci si alza, due semplici tecniche efficaci a contrastarle

14 Febbraio 2022 - di Claudia Montanari

Sentirsi storditi e avere le vertigini quando si passa alla posizione eretta a causa dell’ipotensione ortostatica iniziale (Ioh), o una diminuzione transitoria della pressione sanguigna e dell’aumento della frequenza cardiaca, è una condizione comune ma poco conosciuta. Ne hanno sofferto in tantissimi almeno una volta, per alcuni gli episodi possono essere più frequenti e difficili da gestire. Semplici tecniche muscolari possono gestire efficacemente i sintomi, secondo uno studio dell’Università canadese di Calgary, pubblicato su Heart Rhythm.



Vertigini quando ci si alza, due tecniche efficaci

Svenimento (o sincope), vertigini, stordimento o perdita di coscienza da ipotensione ortostatica iniziale colpiscono per gli esperti fino al 40% della popolazione generale (di tutte le età), mentre la presincope è probabilmente ancora più comune.

Nonostante ciò, la condizione è relativamente poco studiata e sono disponibili informazioni minime sui meccanismi sottostanti o sulla gestione e trattamento dei sintomi. Attualmente, ci sono pochissime opzioni disponibili per i pazienti che hanno difficoltà gravi ed episodi frequenti e nessun trattamento farmacologico.

Lo studio ha preso in esame 22 giovani di un’età media di 32 anni con una storia importante di svenimento subito dopo la posizione eretta e più di quattro episodi di presincope o sincope al mese. Per la ricerca è stato previsto di fissare il calo significativo della pressione sanguigna sistolica ad almeno 40 mmHg in piedi per soddisfare i criteri diagnostici di ipotensione ortostatica iniziale.

Quali sono le tecniche

È emerso che possono esserci due tecniche efficaci a controllare le vertigini quando ci si alza. La preattivazione dei muscoli della parte inferiore del corpo (cosce) attraverso ripetuti sollevamenti delle ginocchia prima di stare in piedi è un buon modo per controllare i sintomi. Così come la tensione dei muscoli della parte inferiore del corpo (cosce e glutei) attraverso l’incrocio e la tensione delle gambe immediatamente dopo la posizione eretta migliorano efficacemente il calo della pressione sanguigna.

Ciò, secondo lo studio, porta a una riduzione dei sintomi quando ci si alza.