Grasso sulla pancia: dimagrire con i cibi sirt

Pancia e grasso addominale: le fibre alimentari migliori per contrastarli

ROMA – Per dimagrire la pancia è fondamentale prestare attenzione a cosa si mangia. L’alimentazione è molto importante per riuscire a perdere il grasso localizzato sulla pancia e alcuni cibi, più di altri, ci aiutano a dimagrire in modo più efficace e duraturo. A tal proposito, esistono alcuni alimenti, chiamati sirt, con cui è possibile perdere peso. I cibi sirt contengono particolari sostanze nutritive che, secondo i due medici nutrizionisti Aidan Goggins e Glen Matten, autori del libro “Sirt, la dieta del gene magro”, attivano dei geni che ci fanno dimagrire e perdere il peso localizzato sulla pancia. Questi cibi contengono le sirtuine, dei regolatori del metabolismo che aiutano a bruciare i grassi.

Secondo gli autori della dieta, nella prima settimana si può perdere oltre 3 chili senza privazioni di alcun tipo. Basta scegliere determinati alimenti, genuini e facilmente reperibili che, combinati fra loro o con altri ingredienti, danno origine a piatti gustosi. Andiamo a scoprire quali sono i cibi sirt:

Cipolla rossa: possiede la più alta concentrazione di quercitina, che attiva la sirtuina. Anche la cipolla gialla ne contiene notevoli quantità. È importante mangiarle crude, per mantenere inalterati i livelli di nutrienti contenuti: infatti le cipolle fritte perdono ben il 20% di quercitina durante il processo, percentuale che raggiunge il 65% se cotte a microonde e ben il 75% se bollite.

Il vino rosso è l’ideale per perdere peso e il grasso sulla pancia grazie al suo alto contenuto di resveratrolo, una sostanza che attiva le sirtuine. Ideale assaporarne non più di mezzo bicchiere a pasto, meglio se accompagnato da altri super cibi sirt.

Anche il caffè contiene le sirtuine, che permettono di bruciare i grassi ed eliminare i chili di troppo. Bevetene al massimo 3 tazzine al giorno, meglio senza zucchero per non eccedere con le calorie.

Il cavolo: questa verdura vanta enormi quantità di quercitina e kaempferol e quercetina, che attivano la sirtuina. Inoltre si tratta di un ortaggio molto comune e facile da reperire, oltre ad essere anche economico.

Il peperoncino più ricco di sitruine è quello thailandese, da usare per rendere gustoso ogni piatto e riattivare il metabolismo. Aggiungetelo ai primi piatti, ai secondi, alle minestre alle verdure e… anche al cioccolato!

A proposito di cioccolato, buone notizie! Non è solo buono, ma anche ricchissimo di flavonoidi, sostanze che attivano le sirtuine. Potete mangiarne sino a tre quadratini al giorno per fare il pieno di antiossidanti e perdere peso, combattendo il senso di fame. Meglio scegliere quello fondente per limitare le calorie!

La cicoria rossa (nota anche come radicchio) può essere più difficile da trovare. In alternativa è possibile utilizzare quella gialla. Contiene luteolina, che attiva la sirtuina. 

Rucola: sono diffuse due tipologie: la rucola insalata e la rucola selvatica. Entrambe sono due ottimi attivatori di sirtuina.

Il tè verde è un’ottima bevanda detox e sgonfiante, soprattutto perché ha un effetto termogenico: aumenta l’energia che viene bruciata dal corpo, contribuendo ad eliminare i cuscinetti di grasso. Assaporatelo con una goccia di limone, per attivare le sirtuine.

Potrebbero interessarti anche...