Colesterolo alto, 7 motivi che lo provocano

colesterolo-alto-cause

Il colesterolo è pericoloso prima e anche dopo un infarto, ma in seguito a un evento cardiovascolare i pazienti che lo tengono sotto controllo sono ancora troppo pochi. Seguendo un’alimentazione a basso contenuto di grassi saturi e zuccheri, un’adeguata e regolare attività fisica, eliminando il fumo di sigaretta è possibile ridurre la quantità di colesterolo nel sangue. E’ consigliabile un regime dietetico bilanciato, non ipercalorico e ricco di verdura e frutta, cereali, legumi, pesce e con poco sale.

Come si legge sul sito Health, ci sono diversi motivi per cui si può arrivare ad avere il colesterolo alto. Al primo posto c’è la dieta scorretta e malsana. Poi il sovrappeso, che può aumentare i trigliceridi e ridurre l’HDL. Perdere la tanto odiata pancia può fare molto per migliorare anche il tuo benessere generale. Non si tratta solo di una questione estetica. Attenzione anche al movimento, è importante. La mancanza di attività fisica può aumentare l’LDL e diminuire HDL o colesterolo buono.

Specifica il sito americano che dopo aver raggiunto i 20 anni, i livelli di colesterolo iniziano naturalmente a salire. Negli uomini, i livelli si stabilizzano generalmente dopo i 50 anni. Nelle donne, rimangono piuttosto bassi fino alla menopausa, dopodiché aumentano allo stesso livello degli uomini. Non saltare mai i controlli annuali e cercare di avere dal proprio medico più informazioni possibili sul rischio di malattie cardiache. Anche avere il diabete o l’ipotiroidismo possono essere legati a questa condizione.

C’è poi la familiarità. Per centinaia di migliaia di italiani il colesterolo alto non è solo una questione di stile di vita ma è una ‘condanna’ scritta nel Dna, ma solo pochi, meno dell’1%, lo sanno. Sei fumatore? Male, questo vizio può contribuire ad abbassare quello buono. Inoltre, nuoce gravemente alla tua salute. Non c’è neanche un buon motivo per continuare a tenere la sigaretta in bocca.

Potrebbero interessarti anche...