Gazpacho, la tipica zuppa fredda andalusa

4 Giugno 2012 - di aavico

ROMA – Una tipica zuppa fredda di verdure crude finemente tritate o frullate, originaria dell’Andalusia, ma diffusa ormai in tutta la Spagna, il gazpacho ha come caratteristica principale la grande sensazione di freschezza che si ha nel gustarlo. Proprio per questo a volte alla preparazione vengono aggiunti anche cubetti di ghiaccio.



Ingredienti:

Aceto di vino bianco, mezzo bicchiere

Aglio, uno spicchio

Un cetriolo

Una cipolla rossa

Olio extravergine di oliva, 50 millilitri

Mollica rafferma, 100 grammi

Pepe

Un peperone verde e mezzo rosso

Pomodori da sugo maturi, 600 grammi

Sale

Per accompagnare il gazpacho: cetrioli a dadini, cipolle di tropea a dadini, pane a dadini tostato o fritto, pomodori a dadini, uova sode a dadini

Preparazione:

Fate ammollare il pane in una ciotola coprendolo con acqua e mezzo bicchiere di aceto. Spellate e liberate i pomodori dai semi interni nella parte più dura. Poi tagliuzzateli e “strizzateli” per eliminare anche i semini più piccoli.

Tagliate a tocchetti anche gli altri ingredienti e poneteli in un frullatore dove via via metterete i peperoni, il cetriolo, la cipolla e l’aglio mondati. Aggiungete a filo l’olio e fate frullare bene, in modo da ottenere un composto denso, liscio e omogeneo.

Aggiungete il pane strizzato, aggiustate eventualmente di sale, pepe e aceto (che si deve sentire lievemente) a seconda dei vostri gusti e frullate di nuovo per qualche secondo.

Fate riposare il gazpacho qualche ora in frigorifero e servitelo freddissimo accompagnato da alcune ciotoline contenenti dadini di verdure (cipolla, peperone, pomodoro, cetriolo), pane fritto nell’olio (o tostato), uovo sodo, con cui i guarnirlo a piacere.