Categorie
benessere

Sai quali sono le dieci verdure con meno calorie?

Se hai mai provato a scoprire le calorie contenute negli alimenti, saprai quanto è difficile trovare l’unanimità assoluta, anche quando si tratta di alimenti poco calorici come le verdure. Analizzando le varie fonti, infatti, i numeri possono cambiare. Ma non così tanto da non poter fare una stima approssimativa dei cibi più o meno calorici. Oggi, ci soffermiamo proprio sulle verdure cercando di capire quali di queste apportano meno calorie. Si tratta di un elenco che abbiamo stilato analizzando moltissime tabelle di composizione alimentare.

Lo abbiamo fatto, sì, per avere un dato divertente e curioso da sapere. In che senso? I dietologi, come ben sappiamo, spesso insistono su quanto sia speso contro producente contare le calorie e che farlo non sia il modo migliore per perdere peso. Oltre ad essere una “tortura” per chi vuole dimagrire, non è efficace perché, quando si stabilisce un piano nutrizionale, si devono tenere in considerazione molti altri fattori.

Leggi anche: Le verdure surgelate sono salutari? Il punto

Premesso questo, diciamo che questa classifica è più una scusa per promuovere il consumo di verdure in generale. Le verdure sono sempre una buona scelta.

Verdure, non rinunciare alla lattuga, 15 Kcal

Questo prodotto dell’orto che possiamo gustare tutto l’anno, uno dei più consumati al mondo – in una qualsiasi delle sue tante varietà – è anche il meno calorico (il suo apporto è di sole 15 calorie ogni 100 grammi). In cucina lo usiamo solitamente come ingrediente base per innumerevoli insalate. Facile da preparare e gustosa, l’insalata non dovrebbe mai mancare nella nostra dieta.

Cetriolo, 16 Kcal

Un altro tesoro vegetale che fornisce pochissime calorie -16 per 100 grammi- è il cetriolo. Questo alimento è spesso associato ai mesi estivi, per via del suo sapore fresco, ma fortunatamente possiamo gustarlo tutto l’anno. Oltre ad essere ricco di acqua, il cetriolo è anche un’ottima fonte di fibre, tiamina, vitamina B6, folati, acido pantotenico, magnesio, fosforo, potassio, rame e manganese.

Verdure, prova il sedano, 16 Kcal

Coltivato per secoli dalle civiltà egizia, greca e romana, il sedano ( Apium graveolens ) inizialmente non aveva un valore culinario ma piuttosto medicinale o aromatico. Fu in seguito che il suo caratteristico sapore amaro iniziò a far parte di varie ricette. Anche il sedano che il cetriolo è ricco di acqua -che lo rende un alimento altamente diuretico- e di vitamine e sali minerali.

Ravanello: 16 Kcal

Anche il ravanello possiede un’alta percentuale di acqua e pochissime calorie. Inoltre è fonte di fibre, che ci aiutano a saziarci, di vitamina C e minerali come magnesio e fosforo. In cucina, questa radice rossastra è particolarmente interessante per il suo sapore piccante e un po’ amaro, ingrediente perfetto da aggiungere in insalate, frullati o salse.

Indivia: 17 Kcal

L’indivia è una pianta appartenente alla famiglia delle Asteraceae (che comprende anche il carciofo e la lattuga). E’ un grande alleato della salute, ricco di mierali come fosforo e calcio e vitamine del gruppo B.

Pomodoro: 18 Kcal

Un alimento sano e gustoso. La sua versatilità e il suo gusto delizioso lo rendono ideale per essere gustato a crudo, in umido, all’interno di zuppe, insalate. I suoi vantaggi principali? E’ ricco di acqua e povero di calorie (meno di 20 ogni 100 gr di prodotto). I pomodori sono fonte di preziosi nutrienti, soprattutto di potassio, fosforo, vitamina C, vitamina K e folati. Il colore rosso dei pomodori è dovuto ad un antiossidante, il licopene, un carotenoide ad azione antiossidante che volge un’azione antinfiammatoria.

Bietola, 19 Kcal per questa verdura nostra alleata

La bietola rappresenta un altro chiaro esempio di come la (cattiva) fama di un alimento spesso non corrisponda alla realtà. Noiosa, insipida, poco interessante: questi sono alcuni degli aggettivi che il suo nome suscita in molti. La bietola però può diventare l’ingrediente principale di ricette davvero gustose e diverse e, inoltre, risulta essere un grande amico della salute. Con pochissime calorie, è una buona fonte di vitamine, minerali e fibre.

Crescione: 20 Kcal

Appartenente alla famiglia delle crocifere (sotto la quale sono incorniciati anche cavolfiori, broccoli, rape…). Il crescione fornisce vitamine, minerali -soprattutto il potassio- e il suo grasso è appena dello 0,1%.

Zucchine regine tra le verdure: 20 Kcal

Conosciuta già al tempo di egizi, romani e greci, la zucchina fa parte da secoli della nostra alimentazione. Solo dando uno sguardo al suo profilo nutrizionale possiamo concludere che introdurla nei nostri menù è più che consigliato: apporta vitamine, fibre e sali minerali come il potassio. Inoltre è ricca di acqua e quindi diuretica e il suo apporto calorico è davvero basso (circa 20 calorie per 100 grammi di prodotto).

Spinaci: 23 Kcal

Come tante altre verdure di cui abbiamo parliamo oggi, anche gli spinaci sono una buona fonte di vitamine, fibre e antiossidanti. Sono inoltre ricchi di minerali come calcio, ferro, magnesio e potassio e il loro contenuto di carboidrati e grassi è molto basso (forniscono solo 23 calorie ogni 100 grammi di prodotto). Ecco perché, a seconda di come li cuciniamo, possono diventare grandi alleati della bilancia.