Strategie nutrizionali per combattere il freddo

Strategie nutrizionali per combattere il freddo

4 Dicembre 2021 - di Claudia Montanari

Il freddo è ufficialmente arrivato, e possiamo combatterlo non solo con dei vestiti pesanti ma anche e soprattutto con una dieta adatta. Ci sono alcuni alimenti che ci aiutano a combattere meglio il freddo, oltre a prendersi cura della nostra salute e del nostro apparato digerente. Vediamo allora 3 strategie nutrizionali che possono aiutarci a sentire meno il freddo questo inverno.



Leggi anche: 4 cibi di stagione contro il raffreddore e i malanni d’autunno.

Combatti il freddo con il cibo caldo

Questa strategia è la più conosciuta e utilizzata di tutta la storia. Tuttavia, dobbiamo stare attenti a non mangiare cibi che possono danneggiare il nostro microbiota e attivare il sistema di ricompensa. Evita prodotti come la cioccolata calda e punta su cibi ricchi di grassi sani che oltre a essere caldi possono stabilizzare i nostri microrganismi. Un ottimo esempio è il brodo di carne, oppure di ossa. È una ricetta super ricca di minerali e vitamine, deliziosa e che scalderà efficacemente il nostro corpo.

Alcuni alimenti che aiutano

Il caffè ci aiuta a migliorare la nostra termoregolazione e la caffeina aumenta la temperatura corporea.

Lo zenzero è perfetto per rafforzare il nostro sistema immunitario e ci aiuta ad aumentare la temperatura corporea.

Inoltre, includere spezie come zenzero, pepe o curcuma nei nostri pasti, non solo ci aiuterà a combattere il freddo, ma aiuterà anche lo stomaco a fare il suo lavoro. Un altro aspetto da tenere in considerazione è quello di evitare cibi crudi la sera e bevande fredde e alcoliche come vino o birra. È anche possibile assumere un infuso dopo cena o pranzo evitando quelli di natura fredda (ad esempio menta, tè verde o mentuccia) ed utilizzare invece infusi di natura calda come camomilla, liquirizia, zenzero o chiodi di garofano.

Leggi anche: Zenzero, 11 possibili benefici per la salute

Scegli cibi antinfiammatori

Quando siamo infiammati o soffriamo di un’infiammazione di basso grado, il nostro corpo ha grandi difficoltà con la termoregolazione. Per questo dobbiamo scommettere sull’inserimento nella nostra dieta di alimenti ricchi di antiossidanti (come carote o kiwi) e di acidi grassi polinsaturi (come pesce azzurro o noci).