Categorie
benessere

Ci sono alimenti ti aiutano a bruciare il grasso sulla pancia?

Cominciamo con la cattiva notizia. L’aggiunta di determinati alimenti alla tua dieta può aiutarti a bruciare il grasso sulla pancia senza che tu debba fare nient’altro? Mi spiace, ma la risposta è no. Non perderai peso localizzato, e tantomeno ridurrai il grasso sulla pancia, semplicemente non mangiando determinati cibi o facendo crunch tutto il giorno. Ciò che funziona, tuttavia, è ridurre il grasso corporeo complessivo attraverso un’alimentazione sana ed equilibrata e seguendo un programma di esercizi adeguato, che incorpori cardio ad attività di forza.

E la chiave è proprio nell’alimentazione sana e pulita. Se è vero che non esistono cibi che ti fanno dimagrire, è vero che alcuni alimenti possono aiutarti a raggiungere gli obiettivi di perdita di peso ed evitare di sentirti irritabile e affaticato.

Ogni tanto, inizia la giornata con le uova

Una colazione ricca di proteine ​​è un ottimo modo per iniziare la giornata senza andare incontro a crolli glicemici che possono verificarsi con alimenti molto dolci. Secondo uno studio del 2013 sull’International Journal of Obesity, gli adolescenti che hanno fatto una colazione ricca di proteine ​​(35 grammi di proteine) per 12 settimane tendevano a consumare 400 calorie in meno al giorno. Inoltre, avevano ottenuto una massa grassa inferiore rispetto agli adolescenti che mangiavano meno proteine ​​o saltavano colazione tutti i giorni.

Usa l’olio di cocco

Hai sicuramente sentito blogger e influencer parlare dei benefici dell’olio di cocco su pelle e capelli. Sappi che questo olio ha anche benefici nutrizionali. Contiene trigliceridi a catena media, un tipo di grasso saturo che viene metabolizzato in modo diverso rispetto ai trigliceridi a catena lunga.

Uno studio sull’American Journal of Clinical Nutrition ha esaminato 31 uomini e donne in sovrappeso. Scopo dello studio era vedere se coloro che seguivano un piano di perdita di peso che includeva il consumo di oli di triacilglicerolo a catena media (MCT), avevano risultati migliori rispetto agli altri che avevano consumato altri tipi di olio. Ebbene, i pazienti che avevano consumato MCT, hanno perso più peso e hanno avuto una maggiore perdita di grasso intorno alla pancia e ai fianchi rispetto agli altri.

Ciò non significa che altri oli ottimi come l’olio extravergine di oliva non sia ricco di benefici. Ma potresti sostituirlo di tanto in tanto con l’olio di cocco. Per esempio puoi mettere l’olio di cocco sulle torte di riso integrale al mattino, dopo aver assunto un po’di proteine”.

Per ridurre il grasso sulla pancia, assumi anche altri grassi sani

La mentalità molto anni ’90 di eliminare i grassi per perdere qualche chilo e bruciare il grasso sulla pancia è ormai più che superata. Invece, non temere i grassi. Assicurati solo di mangiare quelli buoni, come i grassi monoinsaturi e polinsaturi (inclusi gli omega-3, che si trovano nei pesci grassi, nelle verdure e nei semi oleosi).

Gli acidi grassi monoinsaturi (MUFA) salutari per il cuore di una deliziosa porzione di avocado, per esempio, ti aiutano a sentirti sazio. Questo ti aiuterà anche ad evitare di fare spuntini malsani durante il giorno. Gli avocado inoltre sono ricchi di vitamine C, K e B6. Aggiungi l’avocado a un frullato; prepara un toast con avocado a pranzo o completa l’insalata della cena con questo grasso salutare per il cuore.

Altri MUFA sono: olio d’oliva, noci, olive e burro di noci. Tieni presente che i MUFA, sebbene sani, sono anche ricchi di calorie. Per questo motivo devi sempre tenere sotto controllo le porzioni.

Leggi anche: Pancia e grasso addominale: quali sono gli sport più efficaci per sconfiggerli

Grasso sulla pancia, considera gli alimenti ricchi di probiotici

Avrai già sentito parlare dell’importanza dei cibi probiotici. Kefir, yogurt e kombucha sono alimenti ricchi di probiotici, ottimi alleati della digestione. Non solo una buona digestione aiuterà a ridurre il gonfiore addominale, ma alcune ricerche hanno esaminato il ruolo dei probiotici nella gestione del peso.

In uno studio in doppio cieco pubblicato sul British Journal of Nutrition, 125 partecipanti hanno seguito una dieta di 12 settimane, seguita da un periodo di mantenimento di 12 settimane. La metà dei partecipanti ha preso pillole probiotiche del ceppo batterico Lactobacillus rhamnosus CGMCC1.3724. L’altro gruppo ha assunto placebo.

Sebbene né il placebo né il probiotico abbiano avuto effetto sugli uomini, le donne che hanno assunto i probiotici hanno perso in media 4,5 chili. Le donne che hanno assunto il placebo, invece hanno perso in media 2,5 chili. Dopo il periodo di mantenimento di 12 settimane, le donne che hanno assunto le pillole placebo hanno mantenuto un peso stabile, Il gruppo che aveva assunto probiotici, ha continuato a perdere in media quasi 2 chili in più. Un’ulteriore ricerca è necessaria per confermare questi risultati.