Categorie
bellezza

Pancia gonfia: così combatti i gonfiori e aiuti la digestione

Problemi di pancia gonfia? Tranquilla, sei in buona compagnia. Dopo un pasto, sentire la pancia gonfia è molto comune.

Avere la pancia gonfia a fine pasto è piuttosto comune e non necessariamente è legato a qualche patologia o problema di salute. Può tuttavia causare disagi come stomaco affaticato e flatulenza.

La buona notizia è che esistono diversi modi per evitare il gonfiore addominale. Basta seguire dei piccoli accorgimenti. In questo articolo, analizziamo 8 modi per prevenire la pancia gonfia.

Mastica a lungo

Lo stress è la fretta spesso ci impediscono di mangiare correttamente. Si va sempre di corsa e così non si ha nemmeno il tempo di masticare quel che si ha in bocca. Pessima abitudine. Mangiare di fretta, magari davanti al computer, è una delle prime cause della pancia gonfia, oltre che dei problemi di digestione.

Introduci alimenti ricchi di potassio e magnesio

Secondo alcuni studi, il potassio aiuta a diminuire i livelli di sodio e aumenta la minzione.

Gli alimenti ad alto contenuto di potassio sono: banane, avocado, spinaci, patate dolci, pomodoro, soia, fagioli, piselli, lenticchie, frutta secca.

14 cibi idratanti che aiutano a sgonfiarti

Il magnesio aiuta a ridurre la ritenzione idrica e il gonfiore alla pancia, oltre che a fornire tutta una serie di altri benefici.

Uno studio ha rilevato che 200 mg di magnesio al giorno hanno abbassato la ritenzione idrica nelle donne con la sindrome premestruale (PMS).

Il magnesio si può trovare in molti alimenti, i più ricchi sono frutta secca, cereali integrali, cioccolato fondente e verdure a foglia verde.

Assumi probiotici

sono un valido aiuto nei casi di pancia gonfia. Regolano la digestione e l’intestino, riducono anche la flatulenza. E permettono di assorbire meglio le sostanze nutritive di quel che mangiamo. 

Mangia fibre

Le fibre mantengono il sistema digestivo attivo. Le puoi trovare soprattutto in frutta, verdura e cereali integrali.

Non bere troppo durante i pasti

Meglio aspettare venti minuti dopo aver mangiato prima di bere. In caso contrario i liquidi possono dar fastidio ai succhi gastrici che distruggono i cibi. Il risultato è pancia gonfia. 

Mangia alimenti ricchi di vitamina B6:

uno studio ha dimostrato che la vitamina B6 riduce la ritenzione idrica nelle donne con la sindrome premestruale.

Inoltre, è una vitamina essenziale per la formazione dei globuli rossi,

Gli alimenti ricchi di vitamina B6 sono: banane, patate, frutta secca, in particolare i pistacchi, e carne, soprattutto tacchino, manzo e maiale.

Riduci il sale

Aggiunge troppo sodio e favorisce la ritenzione dei liquidi. L’effetto è un gonfiore generale. Nonostante il sodio sia importante per il benessere del nostro organismo, non bisogna abusarne.

Si trova infatti già naturalmente in molti cibi. Se siamo abituati a mangiare pasti ricchi di sale aggiunto, come molti alimenti trasformati, il corpo può iniziare a trattenere sempre più liquidi. 

Piccoli pasti frequenti

Se si mangia tanto poche volte il nostro stomaco si allarga. Meglio non far passare mai più di cinque ore tra un pasto e l’altro.

Con cinque piccoli snack al giorno (compresi colazione, pranzo e cena) si allena il metabolismo e non si gonfia né lo stomaco né la pancia.

Foto in evidenza by Christopher Campbell on Unsplash