Categorie
bellezza

Dieta del riso: come perdere qualche chilo in pochi giorni

ROMA – Dieta del riso: come perdere qualche chilo in pochi giorni e sentirsi più sgonfie.

Tutte le notizie di Ladyblitz e Blitzquotidiano in queste App per Android. Scaricate qui Ladyblitz e qui Blitz 

L’estate non è ancora alle porte ma per arrivare alla temuta “prova-costume” i mesi a disposizione sono pochi. Dopo la Pasqua chi vuole perdere peso è sempre più motivata perché la festività rappresenta una data limite dopo la quale non ci sono più scuse per dire addio ai dolci e ai cibi ipercalorici.

Spesso non c’è necessità di sottoporsi a una dieta rigida, ma quella di sentirsi un po’ più leggere e depurate. Basta qualche chilo in meno per migliorare le nostre giornate. Chi rientra in quest’ultima categoria può optare per la dieta del riso. Che sia quello classico o basmati (integrale o normale), bianco, rosso o nero, è ricco di fibreaiuta la diuresi, è drenante e disintossicante. Il consumo di questo alimento ipolipidico dà un immediato senso di sazietà, contenendo tuttavia poche calorie.

La dieta del riso può rappresentare una fase transitoria, d’urto. Poi bisogna riprendere un regime alimentare equilibrato e vario. Può essere considerata una soluzione temporanea, dopo la quale se si vuole perdere ancora peso è consigliabile rivolgersi a uno specialista. Non tutti sostengono infatti questo tipo di dieta. C’è chi la ritiene troppo poco nutritiva nonché troppo rigida e con il rischio di far perdere la massa magra ma non quella grassa.

Come funziona? Va fatta per 12 giorni e prevede due fasi: la prima dura 3 giorni e serve per purificare l’organismo. Bisogna mangiare riso, associato a frutta e verdura, a colazione, pranzo e cena. Il riso, meglio se integrale, va alternato con altri cereali quali orzo, miglio o quinoa, (che pur essendo una pianta assomiglia molto a un cereale). Poi si passa alla seconda fase, più lunga, che dura nove giorni. Al riso vanno associate carne o pesce, non senza frutta e verdura. E’ consigliabile che i condimenti siano rivolti al minimo.