Social network, rischio ansia e depressione per i giovani

Social network, rischio ansia e depressione per i giovani

NEW YORK – Essere attivo su molti social network come Facebook, Twitter o Instagram può provocare ansia e depressione, e questo a prescindere dal tempo che si passa su di essi, chattando o postando. E’ quanto rivela uno studio americano condotto da un’équipe di ricercatori dello University of Pittsburgh Center for Research on Media, Technology and Health (CRMTH).

Lo studio mostra che i giovani attivi su tanti social (fino a 11 diversi), indipendentemente dal tempo trascorso complessivamente su di essi, hanno un rischio più che triplo di ansia e depressione rispetto a coetanei per nulla attivi o che usano al massimo due sole piattaforme.

L’analisi è stata pubblicata sulla rivista Computers in Human Behavior ed ha coinvolto un campione di quasi 1.800 giovani che sono stati monitorati per vedere se presentassero sintomi di depressione e ansia e a che livello. A tutto il campione è stato anche chiesto di riferire quali e quanti tra questi social erano soliti usare: Facebook, YouTube, Twitter, Google Plus, Instagram, Snapchat, Reddit, Tumblr, Pinterest, Vine e LinkedIn.

Come ha sottolineato l’autore principale dello studio, Brian Primack,

“il legame trovato tra uso di molti social e rischio ansia e depressione è così forte che i clinici dovrebbero tenerne conto e chiedere ai propri pazienti depressi e ansiosi che uso fanno dei social per poi dare adeguato supporto e counseling per aiutare i pazienti stessi a limitarne l’uso”.

Potrebbero interessarti anche...