Pancia e grasso addominale: 5 alimenti per sbarazzarsene in modo naturale

Pancia e grasso addominale: le fibre alimentari migliori per contrastarli

ROMA – Il grasso accumulato sulla pancia è spesso indicato dagli esperti come grasso “cattivo”. La ricerca ha infatti dimostrato che questo tipo di grasso concentrato nella zona addominale del copro influenza il funzionamento di molti ormoni importanti. Chi accumula una grande quantità di grasso sulla pancia, è più a rischio di problemi di salute tra cui pressione alta, diabete, sindrome metabolica e malattie cardiache. Il grasso viscerale in eccesso si misura in centimetri. La circonferenza addominale, misurata all’ombelico, dovrebbe essere inferiore a 88 cm per le donne e a 102 per gli uomini. Se vi siete accorti di aver superato questi valori, è molto importante agire per ridurre la pancia. Una sana alimentazione e uno stile di vita attivo sono fondamentali per riuscire a ridurre il grasso addominale. Diversi cibi infatti influenzano il modo in cui viene immagazzinato il grasso. In questo articolo vediamo 5 cibi alleati della nostra salute, che ci aiutano a combattere il grasso sulla pancia.

Carne magra: molti studi hanno dimostrato che la carne magra non trasformata non aumenta il rischio di malattie cardiache o diabete. Il pollo, ma la carne bianca in generale, è ricca di proteine che favoriscono la perdita di grasso sulla pancia. Inoltre, aumentano il senso di sazietà. Gli studi hanno dimostrato che una dieta ricca di proteine ​​può far bruciare una persona fino a 80 – 100 calorie in più al giorno.

Uova: le uova contengono alte quantità di proteine ​​che aiutano la perdita di grasso addominale in diversi modi. Per esempio, il corpo consuma più energia e brucia più calorie quando deve digerire le proteine ​​piuttosto che altri alimenti. Le proteine ​​inducono il senso di sazietà più dei carboidrati, rendendo una persona meno incline a mangiare troppo. Ovviamente, non bisogna esagerare. Secondo le linee guida, due uova a settimana vi sazieranno molto e vi aiuteranno a non spizzicare tra un pasto e l’altro, avendo maggiore energia per tutta la giornata.

Mandorle: numerosi studi dimostrano che la frutta secca e in particolare le mandorle rappresentano uno dei nostri migliori alleati contro il grasso sulla pancia. Le mandorle sono ad alto contenuto di fibre, proteine ​​e grassi buoni, utili per il benessere del nostro organismo. Uno studio recente pubblicato sullo European Journal of Clinical Nutrition ha evidenziato come consumare mandorle (42 g) tra la colazione e il pranzo ha aiutato i partecipanti a controllare l’appetito e a ridurre l’apporto calorico dei pasti successivi, rispetto a chi non ha fatto alcuno spuntino.

Tè verde: è una fonte benefica di antiossidanti e può avere diversi benefici per la salute. Uno di questi include l’aiuto per la perdita di peso. Una revisione di alta qualità del 2012, pubblicata nel Cochrane Database of Systematic Reviews, ha rilevato che il consumo di tè verde ha portato alla perdita di peso soprattutto sulla pancia negli adulti in sovrappeso o obesi.

Tonno: il tonno è un alimento ipocalorico e altamente proteico. Essendo un pesce piuttosto magro, ha un basso contenuto di grassi. Non è il caso se il tonno è una delle scelte più popolari tra culturisti e amanti di fitness. Il tonno è una eccellente fonte di proteine magre per chi cerca di perdere grasso sulla pancia.

Potrebbero interessarti anche...