ragazza che corre

I benefici dello sport si riducono se si pratica in aree inquinate

11 Dicembre 2021 - di Claudia Montanari

I benefici dello sport sono noti, ma se viene praticato in aree inquinate questi potrebbero ridursi. Secondo uno studio, lo smog incide infatti sulla salute celebrale. Le persone che svolgono sport intensi, come jogging o la pratica di sport competitivi, e che lo fanno in aree con maggiore inquinamento atmosferico, possono avere meno benefici per la loro salute cerebrale rispetto a chi fa movimento in aree senza smog. A dirlo è un lavoro realizzato dall’Università dell’Arizona a Tucson e pubblicato sulla rivista scientifica Neurology.



Come lo smog incide negativamente sui benefici dello sport

Melissa Furlong, ricercatrice dell’Università dell’Arizona a Tucson, autrice dello studio, spiega: “L’esercizio fisico fatto energicamente può aumentare l’esposizione all’inquinamento atmosferico. Studi precedenti hanno già mostrato effetti negativi dell’inquinamento sul cervello”. “Abbiamo dimostrato che l’attività fisica è associata a migliori marcatori della salute del cervello nelle aree con un minor inquinamento atmosferico” ha aggiunto. “Tuttavia, alcuni effetti benefici sono essenzialmente scomparsi nei casi delle attività fisiche nelle aree con i più alti livelli di inquinamento atmosferico”.

Leggi anche: Dimagrire con la camminata: il piano di 31 giorni per perdere peso.

Questo non vuol dire evitare di praticare sport

I benefici dello sport sono tuttavia molto importanti e lo studio non suggerisce di certo di evitarle di praticarlo, nemmeno se ci si trova in zone inquinate. “Nel complesso, l’effetto dell’inquinamento atmosferico sulla salute del cervello è stato modesto”.

I ricercatori hanno scoperto che un’attività fisica energica riduce l’iperintensità della sostanza bianca nelle aree a basso inquinamento atmosferico. Ma questi benefici non si sono riscontrati tra quelli nelle aree ad alto inquinamento atmosferico.

“Sono necessarie ulteriori ricerche, ma se i nostri risultati dovessero essere replicati, le politiche pubbliche potrebbero essere utilizzate per affrontare la questione dell’esposizione delle persone all’inquinamento atmosferico durante l’esercizio fisico – ha continuato Furlong – Ad esempio, poiché una quantità significativa di inquinamento atmosferico deriva dal traffico, la promozione della corsa o della bicicletta lungo percorsi lontani dal traffico intenso può essere più vantaggiosa”.

Tags