Categorie
Salute

Frutta? Non dimenticatevi la buccia. Anche di arancia e banana

LONDRA – Mangiare frutta fa benissimo, ma non dimenticatevi la buccia. Come ricorda un articolo Joanna Douglas su Yahoo Beauty, proprio la pelle della frutta contiene moltissime vitamine e sostanze nutrienti. 

Sottolinea Kimberly Snyder, nutrizionista intervistata da Douglas:

“La buccia della frutta può contenere fino a tre volte la concentrazione di fibre del frutto stesso, e le fibre sono importanti per pulire l’organismo dalle tossine. La buccia contiene anche una buona dose di antiossidanti, che combattono l’invecchiamento, e di vitamine. Ed è invece molto povera di calorie, grassi e zuccheri”.

Per alcuni frutti, poi, la buccia contiene addirittura più vitamina del succo, come per la vitamina C nell’arancia. La sua buccia contiene anche vitamina A, B e sali minerali come zinco, calcio, selenio e manganese. Ma come si può mangiare? Snyder suggerisce di grattugiare la buccia degli agrumi e usarla per insaporire insalate o succhi di frutta.

Persino la buccia di banana è ricca di potassio e fibre solubili ed insolubili, che, rispettivamente, danno un senso di sazietà e stimolano il transito intestinale. In alcuni Paesi dell’Asia e in India la buccia della banana viene fritta o usata nei dessert. Volendo si può provare ad aggiungerla a degli smoothie o farne una sorta di crema con cui farcire le torte.

Ovviamente, sottolinea Snyder, l’ideale è mangiare frutta biologica, che non subisce trattamenti chimici con insetticidi. In ogni caso la buccia va lavata molto bene.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.