Categorie
Salute

Dimagrire, 10 cibi falsi alleati da evitare

Quando si segue un regime alimentare ipodietetico per dimagrire la prima regola è quella di evitare il fai da te. Al contrario, bisogna affidarsi a uno specialista dell’alimentazione per ricevere una dieta adeguata al proprio caso. Dimagrire e non riprendere peso è importante per la salute. Per esempio può aiutare a eliminare il diabete di tipo 2.

L’effetto catena può riguardare anche il partner, che viene necessariamente coinvolto nelle scelte salutari, come dimostrato da uno studio scientifico. Anche unire qualche esercizio di meditazione alla dieta potrebbe potenziarne gli effetti dimagranti. Vediamo una serie di alimenti falsi alleati della dieta che andrebbero evitati.

Frutta sciroppata e candita. Non è uguale a quella fresca. Decidere di mangiare zenzero e optare per quello essiccato ricoperto di zuccheri aggiunti non va bene se il tuo obiettivo è quello di dimagrire.

Bevande vegetali sostitute del latte. Non sempre optare per un’alternativa alla soia, avena o miglio può essere la soluzione più healthy. Molte bevande di questo tipo sono infatti ricche di zuccheri aggiunti. Leggere con attenzione le etichette.

Cereali colorati per la prima colazione, come le ciambelline. Questi tipi di cereali sono a basso contenuto nutrizionale e ricchi di carboidrati raffinati. Meglio optare per quelli di crusca.

Succhi di frutta industriali con zuccheri aggiunti. Bere molte bibite zuccherate potrebbe aumentare il rischio di cancro. Lo suggerisce uno studio osservazione condotto da Mathilde Touvier, del centro di ricerca di epidemiologia e statistica della Sorbonne Paris Cité e Inserm e pubblicato sul British Medical Journal. Un discorso simile vale anche per i tè zuccherati, che non possono essere paragonati a quelli che ne sono privi.

Noodles istantanei. Non è detto che dei piatti preconfezionati siano più salutari di un piatto di pasta home made. La quantità di sodio nei noodles istantanei è estremamente elevata e contengono ciò che viene chiamato glutammato monosodico (MSG), che può generare dipendenza. 

Usare molti dolcificanti artificiali aumenta il rischio di ammalarsi di diabete: infatti un consumo anche solo di due settimane è risultato associato ad alterazioni importanti della risposta dell’organismo allo zucchero. Lo ha rivelato una ricerca di Richard Young della Adelaide Medical School, University of Adelaide.

Riso bianco non è sinonimo di dimagrimento. E’ raffinato e trasformato e può avere un impatto negativo sui livelli di zucchero nel sangue. Sconsigliato a chi soffre di diabete di tipo 2.

Burger vegetali. Se è vero che molti consumatori associano un burger vegetale a un prodotto benefico per la salute, o almeno, non nocivo, bisogna tuttavia fare attenzione alla preparazione. La concentrazione del sale nei sostituti vegetali non è rassicurante.

Yogurt. Scegliere una versione a basso contenuto di grassi non significa correre al riparo dai chili di troppo. Può comunque contenere zuccheri aggiunti, soprattutto se è condito con cioccolato, marmellate e derivati.