Dieta indiana: 6 cibi tipici per dimagrire

pelle-bella-cosa-mangiare

ROMA – Quando si è a dieta con l’obiettivo di dimagrire, scegliere i giusti alimenti è importante. Secondo le linee guida, è fondamentale scegliere cibi ipocalorici ma non per questo dobbiamo rinunciare al gusto. La cucina indiana, per esempio, è ricca di alimenti e spezie che oltre ad aiutarci a dimagrire quando siamo a dieta e accelerare il metabolismo sono utili per il buonumore, in quanto ricchi di colore e gusto. Non solo, alcuni cibi indiani sono ottimi per abbassare i livelli di colesterolo e migliorare la salute generale dell’organismo. Introdurre in una dieta ipocalorica alcuni alimenti indiani, quindi, può essere un aiuto per dimagrire e ridurre il grasso sulla pancia. Vediamo insieme i 6 cibi indiani che andrebbero inseriti nella nostra dieta.

Cardamomo: è una spezia termogenica capace di aumentare il metabolismo e contribuire a bruciare il grasso corporeo. Il cardamomo è anche utile per facilitare la digestione aiutando l’organismo a processare il cibo in modo più efficiente.

Mung Dal o Moong Dal: si tratta di lenticchie gialle ricche di proprietà benefiche. Contengono altissime dosi di vitamina A, B, C ed E oltre a molti minerali come ferro, calcio, fosforo e potassio. Il Mung Dal viene spesso consigliato come sostituto alimentare in molte diete dimagranti poiché ha un bassissimo contenuto di grassi. È inoltre una ricca fonte di proteine ​​e fibre, utili per la digestione, per migliorare il senso di sazietà e per stabilizzare i livelli di zuccheri nel sangue dopo il consumo dei pasti.

Curcuma: la curcuma è conosciuta per la capacità di tenere a bada i livelli di colesterolo cattivo nel sangue e la pressione alta. Non solo: la curcuma rappresenta un vero e proprio concentrato di benessere soprattutto se l’obiettivo è quello di dimagrire.  Gli esperti consigliano di assumere la curcuma insieme alla piperina, ossia il principio attivo del pepe nero, che conferisce alla spezia un sapore pungente, ma soprattutto favorisce l’assorbimento della curcumina. Questo fa si che, se assunte insieme, queste due spezie risultano uno stratagemma perfetto per bruciare calorie velocemente. Questo grazie alla termogenesi, un processo che consente di agire sulle cellule adipose. Non solo: curcuma e piperina favoriscono il senso di sazietà e aiutano a contrastare la ritenzione idrica, eliminando le tossine in eccesso.

Peperoncini: vero e proprio caposaldo della cucina indiana, i peperoncini contengono capsaicina, un composto in grado di stimolare il metabolismo nel breve periodo, generando un aumento significativo della funzione metabolica attraverso la produzione di calore. La capsaicina rende quindi il peperoncino un ottimo alimento termogenico, capace di indurre l’organismo a bruciare calorie fino a circa 20 minuti dopo aver mangiato.

Foglie di curry: aiutano a ridurre i depositi di grasso in eccesso, diminuire i livelli di colesterolo cattivo e contribuiscono a detossinare il corpo. Introdurre nella propria alimentazione quotidiana da 8 a 10 foglie di curry aiuta nella lotta al sovrappeso. Tritare finemente le foglie e mescolarle in una bevanda oppure utilizzarle come condimento per i propri piatti.

Cannella e chiodi di garofano: entrambi aiutano a migliorare le funzioni dell’insulina e per abbassare il tasso di zucchero nel sangue, il colesterolo totale, le LDL e i trigliceridi, soprattutto nei soggetti con diabete di tipo 2.

Potrebbero interessarti anche...