Dieta, fibre: come mangiarle senza gonfiarsi

dieta-fibre-gonfiore

Una dieta ricca di fibre aiuta a invecchiare in salute, al riparo da malattie e disabilità. Sono un ingrediente fondamentale della nostra alimentazione. Non solo aiutano a sentire la sazietà, ma sono una fonte preziosa anche per la flora intestinale, a sua volta fondamentale per la salute umana. La dieta ad alto contenuto di fibre, che ha già mostrato di poter ridurre il rischio di malattie cardiache e di alcune forme di cancro, rafforza anche il sistema immunitario contro malattie infiammatorie come asma e diabete tipo 1.

Uno studio pubblicato su Archives of Internal Medicine ha rilevato che le donne che mangiavano più fibre (circa 25 grammi al giorno) avevano il 22% in meno di probabilità di morire per qualsiasi causa, rispetto alle donne che ne mangiavano solo 10 grammi. Tuttavia, alcune persone sviluppano gas e gonfiore quando aumentano l’assunzione di fibre. Questo non significa che devono rinunciarci.

Un trucco è quello di iniziare lentamente: fare in modo che il corpo si abitui ad aumentare la fibra in piccole quantità, invece di caricare tutto in una volta. Come si legge sul sito Health, può essere utile ricordare che gli alimenti con fibre solubili (come frutta, avena, fagioli e piselli e noci e semi) tendono a produrre più gas rispetto agli alimenti con fibre insolubili (tra cui cereali integrali e verdure). Ma il corpo ha bisogno di entrambi i tipi.

Il sito americano che si occupa di salute suggerisce di prendere un probiotico per contrastare il gonfiore. Inoltre, attenersi a una routine di allenamento e bere più acqua. Quante fibre dovremmo consumare ogni giorno? Secondo gli esperti 40 grammi di fibre solubili al giorno ci permettono di rimanere in forma. Ma c’è un particolare in più: per una maggiore efficacia, le fibre andrebbero assunte subito dopo il pasto. Lo hanno sottolineato i diabetologi riuniti  al Congresso dell’American Diabetes Association di Chicago nel 2013. 

Potrebbero interessarti anche...