Dieta del digiuno la sera: perdi 3 chili in due settimane

Dieta del digiuno la sera: perdi 3 chili in due settimane

ROMA – Perdere fino a 3 chili in 15 giorni con la dieta del digiuno dopo le 17.00. Si tratta di un regime alimentare molto particolare che prevede di non consumare cibo solido dopo le 5 del pomeriggio fino alla mattina.

La dieta del digiuno dopo le 17.00 innalza al massimo livello la regola di tutte le diete: rimanere leggeri la sera. La dieta del digiuno la sera prevede di non consumare cibi solidi dopo le 17.00. Si tratta di una dieta molto discussa tra gli esperti, che consigliano di non seguire per più di due settimane consecutivamente, in cui si può mangiare normalmente dalla colazione sino allo spuntino del pomeriggio per poi non assumere più cibi solidi ma solo liquidi (in abbondanza) dopo le 17.00.

Questo regime alimentare prevede il pieno di vitamine a colazione con il consumo di frutta fresca, yogurt bianco (anche intero va bene). Poi, oltre al pranzo, due spuntini che diventano dei veri e propri pasti, sani e non eccessivamente leggeri: sì a una fonte di carboidrati come un panino integrale con qualche fetta di insaccato magro come bresaola o fesa di tacchino oppure formaggio spalmabile e qualche noce, 150 gr di ricotta di mucca e qualche nocciola. Oppure, si può optare per 200 grammi di yogurt magro con due cucchiai di muesli o per un frullato preparato con 500 ml di latte scremato, una banana e un cucchiaino di miele.

Si tratta ovviamente di un regime ipocalorico che punta a non ingerire calorie di sera, il momento della giornate che, secondo molti esperti, è quello in cui si bruciano melo calorie.

Spesso infatti la cena, che dovrebbe essere leggera, è il pasto più a rischio “sgarro”: è prassi comune che si arrivi a cena affamati (soprattutto se si salda la merenda) dopo una giornata di stress e impegni lavorativi e famigliari. Proprio alla fascia serale è mirata la dieta del digiuno la sera: secondo questo regime alimentare, eliminare er un po’ i cibi solidi dopo le 17.00 permette di sbloccare il metabolismo, perdere peso e sgonfiarsi in poco tempo. Non solo: sempre secondo i principi di questa dieta, a stomaco vuoto si dormirebbe anche meglio in quanto il nostro organismo non è impegnato nella digestione di alimenti “impegnativi”.

A questo punto non ci resta che scoprire cosa questa dieta prevede di poter assumere dopo le 17.00: sicuramente vanno bene le tisane. Che siano al finocchio per drenare, alla malva e camomilla per rilassarsi o ai frutti rossi per un infuso gustoso, qualsiasi tipo di tisana è permessa.

Per quanto riguarda il pranzo, questo deve essere piuttosto nutriente anche se, ovviamente, non troppo pesante: 60 gr di pasta o pane integrale con tacchino alla piastra, verdure grigliate o al vapore e un frutto bello grande; 200 grammi di branzino arrosto con 200 grammi di patate lesse e un frutto; 80 grammi di pasta al pomodoro abbinato a una porzione di verdura lessa o al vapore e una mela. Non dimenticate mai due uova a settimana (cucinate sode o a frittata), ricotta di mucca, 200 grammi di fagiolini lessati, 30 grammi di pane integrale e una pera. O, ancora, un piatto di riso ai piselli o di ravioli ricotta e spinaci conditi con burro e salvia.

Il pranzo, insomma, deve essere abbondante. L’importante è prediligere cibi freschi e cotture leggere, evitando fritti. Appena prima delle 17.00 concedetevi l’ultimo spuntino nutriente composto da una fonte di carboidrati, una di proteine e una di frutta: vi aiuterà a sopportare il digiuno della sera. 

Potrebbero interessarti anche...