Dieta contro il colesterolo cattivo: 5 cibi che aumentano quello buono

Dieta dei 22 giorni per dimagrire e sgonfiarsi in 3 settimane

ROMA – In caso di colesterolo alto, soprattutto se si tratta di quello cattivo, è bene seguire una dieta mirata per riuscire a ridurlo. A tal proposito, uno dei suggerimenti degli esperti è quello di inserire nella nostra alimentazione alcuni alimenti che aiutano a contrastare il colesterolo cattivo. Quando i livelli del colesterolo cattivo (Ldl) sono piuttosto alti, oltre a richiedere l’utilizzo di farmaci, infatti, il consiglio degli esperti è di intervenire sull’alimentazione. Recentemente Claudio Ferri, direttore Divisione di Medicina Interna e Nefrologia, Ospedale San Salvatore, L’Aquila e presidente eletto della Società italiana dell’ipertensione arteriosa, ha spiegato a Repubblica che buona cosa sarebbe quella di: “cambiare alimentazione, dedicarsi a una regolare attività fisica quotidiana e assumere un integratore alimentare. I valori limite di Ldl sono quelli di 155 mg/dl, soprattutto se ci sono altri fattori di rischio come l’obesità e l’ipertensione. Altre linee guida, invece, suggeriscono 115 mg/dl”.

Non tutti sanno che il cosiddetto colesterolo cattivo può essere pericoloso se presente in eccessive quantità, perché può formare placche che ostruiscono i vasi, per questo è importante che nel corpo sia presente anche il colesterolo buono. Di seguito 5 alimenti che sarebbe bene inserire nella nostra dieta quotidiana:

  • Frutta secca e semi, Noci, mandorle, pistacchi, nocciole, semi di zucca, di lino, di girasole e di sesamo sono ricchi di omega 6, acidi grassi polinsaturi di origine vegetale capaci di ridurre il colesterolo cattivo e aumentare quello buono.
  • Semi di lino: ottimo rimedio per aumentare il colesterolo buono in quanto ricchi di vitamine e sali minerali. Possono essere aggiunti a yogurt magro o alle vostre insalate per prevenire malattie cardiache e migliorare la luminosità di pelle e capelli.
  • Legumi, i legumi sono ricchi di fibre, che agevolano il transito intestinale, mantengono stabile i livelli di glicemia e riducono l’assorbimento del colesterolo nel nostro organismo.
  • Salmone: diverse ricerche hanno dimostrato che, grazie al suo contenuto di Omega 3, il salmone svolge un ruolo fondamentale nella prevenzione di malattie cardiache e demenza senile. Inoltre, se consumato regolarmente, è in grado di aumentare sino al 4% il colesterolo buono.
  • Pesce azzurro:  sardine, aringhe e merluzzo… il pesce azzurro è in grado di accrescere il colesterolo buono, visto che migliora il metabolismo dei lipidi presenti nel sangue e riduce il rischio cardiovascolare.

Potrebbero interessarti anche...