Correre per dimagrire: come bruciare i grassi

Correre per dimagrire: come bruciare i grassi

Correre fa dimagrire: questo è poco ma sicuro. Ma qual è il metodo migliore per bruciare i grassi con la corsa? Quale il ritmo che va tenuto per ottimizzare i risultati senza controindicazioni?

Innanzitutto bisogna sapere che il nostro corpo brucia grassi quando, come energia, anziché i carboidrati usa, appunto, i grassi. Questo avviene durante le attività fisiche aerobiche, in cui il grasso viene decomposto grazie all’aiuto dell’ossigeno, e non durante le attività fisiche anaerobiche, che non richiedono particolari sforzi al cuore. Le attività più adatte a questo scopo sono la camminata nordica, la bicicletta e, appunto, la corsa.

La gran parte del grasso viene bruciato durante attività fisiche a bassa intensità. Più si è allenati, più lunga è l’attività, maggiore è la quantità di grasso che si brucia.

Il consiglio degli esperti è di correre ad una velocità che permetta di mantenere una conversazione, ma sempre a passo sostenuto. Una volta che si finisce di correre il corpo continua a bruciare grassi per un paio d’ore circa. Quindi se si vuole dimagrire è bene approfittare di questa finestra temporale per ingerire liquidi e proteine.

Chi è in forma può anche provare ad andare a correre a stomaco vuoto, come prima di colazione, per dare una scossa al metabolismo. Ma la corsa non deve durare più di 40 minuti e non deve essere troppo intensa.

Potrebbero interessarti anche...