Categorie
Salute

Le 3 erbe ricche di nutrienti che tengono a bada il colesterolo alto

Per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue, uno dei primi consigli degli esperti è quello di curare l’alimentazione. Il colesterolo alto è, spesso, il risultato di una dieta squilibrata e stile di vita sedentario. Alimentazione sana e regolare esercizio fisico sono i nostri i migliori alleati contro l’ipercolesterolemia.

Anche alcune piante possono essere di aiuto per tenere a bada il colesterolo. Tra queste, ce ne sono tre i cui studi scientifici sono incoraggianti.

Origano

La ricerca ha dimostrato che l’olio di origano può aiutare a ridurre il colesterolo.

In uno studio, 48 persone con ipercolesterolemia hanno seguito alcuni consigli di dieta e stile di vita per provare a ridurla. 32 partecipanti hanno anche inserito nella propria dieta 25 ml di olio di origano, da assumere dopo ogni pasto.

Dopo tre mesi, i partecipanti a cui era stato dato l’olio di origano hanno riscontrati valori più bassi di colesterolo cattivo e valori più alti di di quello buono, rispetto ai partecipanti che avevano semplicemente seguito i consigli sulla dieta e sullo stile di vita senza aggiungere l’olio di origano.

Un altro studio ha dimostrato che il carvacrolo, principale composto dell’olio di origano, ha ridotto il colesterolo nei topi a cui era stata data una dieta ricca di grassi per 10 settimane.

CORRELATO: Quali formaggi non aumentano il colesterolo.

Si ritiene che l’effetto di riduzione dell’olio di origano sia il risultato dei fenoli carvacrolo e timolo, dei potenti antiossidanti.

Tarassaco

Alcuni studi hanno dimostrato che gli integratori di tarassaco son efficaci per ridurre i livelli di trigliceridi e il colesterolo totale nel sangue.

Se risulta difficile reperire le foglie e le radici di tarassaco durante tutto l’anno, esistono gli integratori alimentari di quest’erba.

Si possono acquistare facilmente in erboristeria sia sotto forma di capsule sia sotto forma di compresse.

Foglie di carciofo per ridurre il colesterolo

dalle foglie di carciofo si ricava un estratto chiamato Cynara scolymnus che può aiutare ad abbassare il colesterolo.

Tale estratto infatti agisce andando a limitarne la sintesi nel corpo.

Uno studio cinese pubblicato dalla rivista Nutrition and Liver Disease, ha dimostrato che l’estratto di carciofi ha impedito l’ipercolesterolemia e dei trigliceridi. Ha inoltre ridotto l’infiltrazione infiammatoria, la degenerazione e la necrosi degli epatociti nel fegato, indicando quindi un potente effetto contro il fegato acuto causato dall’alcol.

Inoltre, il carciofo contiene un composto chiamato cinarina, capace di aumentare la produzione di bile nel fegato e accelerarne il flusso dalla cistifellea, favorendo così l’escrezione del colesterolo.

Foto in evidenza di Annie Spratt su Unsplash.