Bambini allergici alle arachidi? La cura è riprendere a mangiarle

Bambini allergici alle arachidi? La cura è riprendere a mangiarle

LONDRA – Bambini allergici alle arachidi? La cura è reintrodurre gradatamente le noccioline nella dieta quotidiana. Lo hanno scoperto i medici dell’Addensbrooke’s Hospital di Cambridge.

I ricercatori hanno sottoposto al loro studio 85 bambini e ragazzi di età compresa tra i sette e i 16 anni, tutti allergici alle arachidi, e hanno scoperto che se introducevano nella loro alimentazione pian piano e inizialmente in piccole quantità le noccioline a lungo andare i bambini non avevano più le forti reazioni allergiche provocate da una risposta immunitaria spropositata dell’organismo, che possono portare a uno shock anafilattico e in qualche caso alla morte.

Alla fine dello studio, pubblicato sulla autorevole rivista Lancet, i ragazzini sono riusciti a mangiare fino a cinque e in alcuni casi dieci arachidi al giorno. Fondamentale, spiegano gli studiosi, è partire con piccoli passi: ai ragazzi allergici è stato dato inizialmente l’equivalente di un settantesimo di nocciolina americana al giorno mischiata ad altri cibi, poi la quantità è stata man mano aumentata, tenendoli sotto controllo per le reazioni in un primo momento in ospedale e poi monitorandoli da casa.

l loro sistema immunitario è stato in qualche modo “accompagnato” all’accettazione delle arachidi e dopo sei mesi l’84% era in grado di tollerarne fino a cinque al giorno, in rari casi anche 10.

Potrebbero interessarti anche...