Confettura Autrichienne (metodo Faber)

Confettura Autrichienne (metodo Faber)

Roma – Confettura Autrichienne (metodo Faber).

Antonella Audino ci propone una conserva davvero interessante: la Confettura Autrichienne (metodo Faber).

Una confettura estremamente raffinata, colma di aromi e sapori, la consistenza delle mele sciroppate ancora sode al morso e che sprigionano tutto il sapore dei boschi dell’Etna dalle quali provengono, le mandorle di Avola, una produzione nota al mondo, pinoli e uvetta rinvenuta nel rum, creano una confettura incredibile… Non so quanto sia fattibile spalmarla su una fetta biscottata o un biscottino, credo si possa gustare al cucchiaio proprio come una coccola per star bene, per riconciliarci in serenità e dolcezza con il mondo… pura poesia!
La procedura per questa confettura non è la solita, a mio dire è più lunga tecnicamente si, ma più facile e più gestibile…

Tempo di realizzazione.
15 ore.

Difficoltà.
Facile.

Ingredienti per 5 vasetti da 200 g.
1 KG mele (Gala) al netto dello scarto.
800 g zucchero.
100 g uvetta.
150 g pinoli/mandorle o noci.
2 g cannella.
1 baccello di vaniglia.
1 limone succo.
1 limone solo zeste.
5 g rum per ammollo.

Procedimento.

Pulire ed affettare le mele, irrorandole subito con il succo del limone, e mescolarle con lo zucchero.
In un tegame, NON in alluminio versare le mele insieme alla stecca di vaniglia aperta e alla buccia di limone grattugiata: portare fin quasi all’ebollizione a fiamma vivace , mescolando in modo da far sciogliere uniformemente lo zucchero.
Appena il composto accenna a bollire, togliere dal fuoco e versare tutto in una terrina di porcellana o vetro, coprire con carta da forno a contatto in modo che tutto sia isolato dall’aria e far freddare mettendo la terrina in frigo per 10 -12 ore
Una volta trascorso il tempo di riposo in frigo, il composto si presenterà con una parte liquida, piuttosto sciropposa, e le fettine di mela ridotte di volume e semi candite.
A questo punto, versare il composto nel tegame , e portare tutto ad ebollizione schiumando di tanto in tanto se necessario.
Dopo circa 7-8 minuti unire l’uvetta, preventivamente sciacquata in acqua tiepida e lasciata a rinvenire nel rum e la cannella in polvere.
Mescolare bene e, dopo qualche minuto, controllare con un termometro che la temperatura abbia raggiunto i 105°C. Unire i pinoli e le noci, far riprendere il bollore, quindi spegnere il fuoco ed invasare subito in vasetti sterilizzati e bollenti.
Chiudere i vasetti ermeticamente e, se non siete certi che il coperchio chiuda in modo ermetico, capovolgete il barattolo in modo da evitare infiltrazioni d’aria.
Quando la marmellata sarà fredda ed il sottovuoto formato, il vasetto potrà tornare nella sua posizione corretta. Se il coperchio chiude in maniera perfetta, non occorre capovolgere il vaso per ottenere il sottovuoto.

Per sterilizzare i vasi vuoti, ben lavati ovviamente, si può procedere, o mettendoli in forno a 100°-110°C per una ventina di minuti, o posizionandoli nel forno a microonde per 2 minuti circa, a potenza medio alta. Attenzione perché nel microonde possono scoppiare!
Per i tappi di solito procedo alla classica bollitura per 20 minuti.

.

In collaborazione con il Gruppo Facebook  “Quelli che non solo dolci”

Per saperne di più sul gruppo “Quelli che non solo dolci” clicca qui.

Se vuoi diventare anche tu un membro del gruppo clicca qui.

.

Chi è Antonella Audino.

Sono semplicemente un’appassionata di cucina da sempre, sin da bambina, ma solo in questi ultimi anni ho potuto ampliare i miei orizzonti seguendo dei corsi e applicandomi in piccoli studi, perché non può essere sempre passione e basta, e  arriva la voglia e la curiosità di conoscenza.
Sempre da dilettante, in cucina per la famiglia e gli amici, mi piace sorprendere con ricette nuove e belle presentazione dei piatti.
Una piccola soddisfazione per me è anche l’apprezzamento di qualche mio elaborato sul gruppo “Quelli che non solo i dolci” ed in altri, ma senza competizione, giusto per partecipare e condividere belle esperienze, in quello che è il mio hobby e prende parecchio del mio tempo.
Tempo che mi piace trovare tra mille impegni, non ultimo quello di nonna… Infatti nella mia cucina ci scappa anche qualche bel biberon… E che soddisfazione!!!

Potete trovare Antonella nel suo blog Dolci Merende & Dintorni.

Altre ricette di Antonella su Ladyblitz:

Cornetti Otto Veli, per una colazione soffice soffice
Maritozzi Romani alla Crema
Castagnole alla Ricotta
Torta Amore alle fragoline di bosco
Piccoli Crumble ai Frutti Rossi
Torta delle Rose con Marmellata di Arance
Focaccia Pugliese ai pomodorini
Focaccine alle Cipolle Caramellate
I “Fiocchi di Neve di Poppella”
Sofficini Prosciutto e Mozzarella
Straccetti di Pollo con Funghi e Pomodorini
Fisarmonica Salata Ripiena
Panzerotti Pugliesi… Irresistibilmente buoni
Cestini di Pane con Grano Arso
Insalata di Farro Estiva
Involtini di Pesce Spada
Maionese Pastorizzata con o senza Bimby
Orecchiette, Pomodorini e Zucchine Fritte
Crostata di Fichi con o senza Bimby
Minestra Tiepida Superlight
Frittelle del Luna Park con e senza Bimby
Panini al Latte Sofficissimi
Torta di Rose gusto Pizza con e senza il Bimby
Focaccia alla Genovese
Crostata al Cioccolato di Ernest Knam con o senza Bimby

Antonella Audino

Antonella Audino

.

.

Link a Lady Kitchen

 

 

Potrebbero interessarti anche...