benessere

Ecco come la meditazione ti aiuta a migliorare anche le prestazioni atletiche

Meditazione contro stress e burnout mentale
I benefici della meditazione su corpo e mente sono ben noti. Forse però non tutti sanno che può aiutare anche a migliorare le prestazioni atletiche. Ci sono sempre più ricerche e molte dichiarazioni degli atleti lo confermano. La meditazione è un allenamento alla consapevolezza. L’attenzione è il meccanismo che introduce i diversi pensieri nella nostra mente e il nostro corpo obbedisce a quei pensieri. Ad esempio, se durante una competizione, ciò che ci viene in mente sono dubbi, insicurezze o paura di fallire, il nostro corpo risponderà come risponde alle minacce e si irrigidirà. I nostri movimenti non saranno fluidi e le nostre prestazioni saranno seriamente compromesse.

Ma se ciò che è nella nostra mente sono solo le informazioni di cui abbiamo bisogno per eseguire un allenamento di successo, il nostro corpo risponderà in modo appropriato e le prestazioni saranno ottimali. Meditare, e quindi allenare l’attenzione, permette di acquisire il controllo su questo meccanismo.

Leggi anche:  Le basi sulla meditazione e perché dovresti farla tutti i giorni

Includi la meditazione nella tua routine sportiva

A questo punto è importante capire come trarre vantaggio dalla meditazione. La chiave è identificare i segnali rilevanti in ogni momento dell’allenamento o della competizione. E, allo stesso modo della meditazione, dirigere la nostra attenzione su di essi senza giudizio, accettando e lasciando andare qualsiasi altro pensiero o rumore. Ma quali sono questi segnali nello sport? Possono essere il nostro stesso corpo, il movimento, gli stimoli a cui dobbiamo rispondere, l’obiettivo a cui miriamo. Ma anche i nostri stessi limiti, la rappresentazione mentale dell’azione che andremo a compiere, ecc.

Ad esempio, durante l’allenamento, curare i dettagli dell’esecuzione tecnica ci permetterà di perfezionarla e ci aiuterà anche a generarne una migliore rappresentazione mentale. Osservare i nostri limiti di prestazione, o sensazioni di dolore o fatica, con accettazione e senza giudizio, cioè osservando la mera sensazione fisica e senza che questa sia accompagnata da pensieri negativi, ci permette di renderci conto che, senza il peso aggiunto di detti pensieri, il nostro limite in molti casi non è lì, ma un po’ più in là. Quindi, che la nostra fatica o il nostro dolore non sono invalidanti e ci permettono di spostare i limiti un po’ più in là.

Inoltre, durante la prestazione, essere in grado di eliminare qualsiasi interferenza e dirigere l’attenzione sugli stimoli dello sport è fondamentale per raggiungere la precisione e prendere le decisioni migliori. In definitiva, la meditazione aiuta a rendere il nostro allenamento più efficiente.

 Leggi anche: Dimagrire con la meditazione e 8 consigli per praticarla al meglio anche a casa

Principali benefici della meditazione applicata allo sport

I principali benefici della meditazione riguardano il miglioramento della concentrazione e una migliore gestione dei pensieri e delle emozioni che sorgono in competizione. Contribuisce a ridurre i livelli di ansia, ci aiuta a regolare il livello di attivazione richiesto in ogni momento della competizione. Riduce la probabilità di lesioni. Migliora la qualità delle rappresentazioni mentali delle azioni.

Leggi anche:  Cosa dice la scienza sugli effetti della meditazione

Non solo atleti professionisti

La meditazione è una pratica che già usano gli atleti d’élite. I casi del giocatore di basket Pau Gasol o del tennista Novak Djokovic sono ampiamente conosciuti. Ma possiamo trarre vantaggio dalla meditazione se ci alleniamo o facciamo sport in modo amatoriale? Ovviamente la risposta è sì. Gli effetti benefici della meditazione possono essere estrapolati a qualsiasi area della performance o della vita quotidiana. Sia che facciamo sport ad alte prestazioni, esercizio fisico o sport amatorialecerchiamo di migliorare e dare il meglio di noi stessi. Non ci sono differenze in questo. Quello che cambia è il livello delle prestazioni. Pertanto, tutto ciò che contribuisce alle prestazioni di un atleta d’élite aiuterà anche l’atleta amatoriale e a tutti coloro che fanno esercizio fisico con il solo intento di migliorare la propria forma fisica.