benessere

10 modi che ti aiutano a ridurre il gonfiore alla pancia

Almeno una volta nella vita tutti noi abbiamo sofferto di gonfiore alla pancia con i conseguenti disagi che ne derivano. Tranne rare eccezioni, la sensazione di pienezza e gas è dovuta nella maggior parte dei casi è dovuta a ciò che mangiamo e al modo in cui il cibo viene elaborato e digerito dal nostro corpo. Se vuoi ridurre il gonfiore alla pancia, continua a leggere.

10 modi per ridurre il gonfiore alla pancia

1. Mastica il cibo. Di Più.

Il tuo pasto non si avvicina alla data di scadenza, quindi resisti alla tentazione di divorarlo. Masticando più lentamente, permetterai a meno gas di entrare nello stomaco. Inoltre, il tuo corpo impiega circa 20 minuti per rendersi conto di essere pieno, quindi mangiando più lentamente, è meno probabile che assumerai troppe calorie rispetto a quelle necessarie.

2. Mangia porzioni più piccole per sconfiggere il gonfiore alla pancia

Mangiare più spesso, ma porzioni più piccole, ti aiuta con il controllo del peso e ad assorbire meglio i nutrienti. Ti aiuterà anche a prevenire la sensazione di pienezza e gonfiore alla pancia e all’intestino. Inoltre, prova seguire la pratica giapponese dell’hara hachi bu: mangiare fino a quando non sei pieno all’80%, al massimo.

3. Evita gli alimenti trasformati, fritti e iper calorici

Hai mai sentito parlare dell’azodicarbonammide? È un additivo comune in molti alimenti. Il punto è che se non riesci a pronunciarlo, probabilmente puoi vivere senza ingerirlo. E, se stai pensando a mangiare cornetti o torte farcite, di’ semplicemente di no. Poche cose sono più difficili da digerire per il corpo umano di una bomba calorica unta o impanata. 

4. …e questi cibi

Verdure crocifere (broccoli, cavoli e altri), sostituti dello zucchero e legumi (fagioli) possono avere l’effetto palloncino su alcune persone.

5. Contro il gonfiore alla pancia, mangia e bevi questi alimenti

Gli alimenti che non causano gonfiore – e potrebbero effettivamente aiutarti a sentirti meno gonfio – includono verdure cotte, frutta a basso contenuto di zucchero come i pompelmi e agrumi. Ma anche yogurt (se non hai problemi di latticini) e tè verde, allo zenzero o alla menta piperita. Una zuppa sana è anche un’ottima alternativa a molti cibi che causano gonfiore alla pancia.

6. Gonfiore alla pancia, non sorseggiare bevande gassate

Bere birra o bibite gassate con i tuoi amici si traduce nel consumo di calorie vuote non necessarie. E in seguito, grazie alla carbonatazione, potresti anche avere un grave caso di mal di stomaco. Quando si tratta di bevande gassate o alcoliche la parola d’ordine è moderazione. Il più delle volte prediligi l’acqua. Rendila meno noiosa aggiungendo qualche foglia di menta o qualche spicchio di limone o di cetriolo.

7. Consuma più fibre

In genere, non consumiamo abbastanza fibre. Questo perché la fibra si trova principalmente nei cereali integrali, nella frutta e nella verdura… non nei cibi che più ci piace mangiare. Se non sei abituato ad assumere abbastanza fibre (circa 25-38 grammi), mangiarne di più potrà inizialmente farti sentire più gonfio. Ma, a lungo termine, ti aiuterà a far funzionare il tratto digestivo in modo più fluido e, di conseguenza, ti sentirai meno gonfio, meno spesso.

8. Scopri se hai un’intolleranza ai FODMAP

Se soffri regolarmente di gonfiore alla pancia, costipazione e dolore addominale, il colpevole è ovviamente la proteina preferita di Satana, il glutine, giusto? Non necessariamente. Innumerevoli cose possono scatenare disturbi addominali. E se il glutine può certamente essere uno di questi, lo è anche l’intolleranza ai FODMAP.  Gli alimenti “Fodmap” sono in sostanza i cibi che fermentano: ovvero “Fermentable Oligo-saccharides, Disaccharides, Mono-saccharides and Polyols”, oligosaccaridi, disaccaridi, monosaccaridi e polioli. Si tratta di alimenti ricchi di zuccheri che, una volta digeriti, restano nell’intestino richiamando acqua (hanno proprietà osmotica). La loro sovra-fermentazione è ciò che causa i disturbi. Gli alimenti ricchi di FODMAP includono mele, anguria, latte, gelato, yogurt, cipolle e alcuni dolcificanti artificiali.

Chiaramente questo non significa che dovresti rinunciare alle mele. È difficile dare un consiglio diretto su questo perché dipende da come reagisce il tuo corpo. Sicuramente, dovresti chiedere consiglio al tuo medico di fiducia.

9. …o un’altra intolleranza

Altri alimenti che potrebbero essere particolarmente irritanti includono grano (pane, pasta e altri alimenti senza glutine), latticini, alcol, lievito. Una dieta di eliminazione ti aiuterà a determinare se uno di questi alimenti è un problema. 

10. Diventa un Super Investigatore del Cibo

È ora di indagare sulle tue scelte alimentari. Non sono necessari trench o fedora per fare questo. Tutto quello che devi fare è tenere un diario alimentare dettagliato che ti ricordino quando provi gonfiore alla pancia o disagio. Alla fine riuscirai a capire quali sono gli alimenti a cui devi stare alla larga.

Leggi anche: Pancia gonfia: prendi nota degli alimenti che producono meno gas