Chi ama il caffè amaro preferisce la cioccolata fondente: lo studio

Chi ama il caffè amaro preferisce la cioccolata fondente: lo studio

22 Dicembre 2021 - di Silvia

Le persone a cui piace bere il caffè amaro preferiscono anche il cioccolato fondente. E’ quanto emerge da un nuovo studio della Northwestern Medicine. I bevitori di caffè che hanno una variante genetica che riflette un metabolismo più veloce della caffeina, preferiscono la bevanda pura e amara. Come si legge su Medical X Press, la stessa variante genetica si trova nelle persone che preferiscono il cioccolato fondente amaro a quello al latte.



La connessione con il cioccolato fondente potrebbe anche essere correlata al fatto che questo tipo di alimento contiene una piccola quantità di caffeina ma principalmente teobromina, un composto correlato alla caffeina, psicostimolante. Quindi l’aspettativa verso questa variante nei bevitori di caffè potrebbe essere legata anche a questo fattore.

“(…) Queste varianti genetiche sono legate al metabolismo più veloce della caffeina e non sono legate al gusto”, ha detto l’autore principale dello studio Marilyn Cornelis, professore associato di medicina preventiva in nutrizione. “Questi individui metabolizzano la caffeina più velocemente, quindi anche gli effetti stimolanti svaniscono più velocemente. Quindi, hanno bisogno di bere di più”.

“La nostra interpretazione è che queste persone identifichino l’amarezza naturale della caffeina con un effetto di psico-stimolazione”, ha detto Cornelis. “Imparano ad associare l’amarezza alla caffeina alla spinta che sentono (…). Quando pensano alla caffeina, pensano al sapore amaro, quindi apprezzano il caffè fondente e, allo stesso modo, il cioccolato fondente”.

Il caffè alleato della longevità.

Secondo una ricerca condotta nel 2017 da esperti della IARC (International Agency for Research on Cancer) e dall’Imperial College di Londra, il caffè è alleato della longevità. Bere abitualmente caffè è associato a ridotto rischio di morte per tutte le cause, in particolare per malattie circolatorie e del tratto digerente. Gli esperti ipotizzano che i benefici del caffè siano multipli, ad esempio che la nera bevanda abbia effetti protettivi significativi sul fegato e che più in generale eserciti i suoi effetti benefici su tutto l’organismo grazie all’elevato contenuto in molecole quali gli antiossidanti ma non solo.