Categorie
benessere

5 regole sane per far funzionare la tua dieta dimagrante

Ci sono molti fattori che influenzano il peso corporeo. A patto di non soffrire di disturbi che predispongano ad ingrassare, dieta equilibrata ed esercizio fisico sono sufficienti per riuscire a dimagrire in modo sano.

Spesso però, per quanto pensiamo che la nostra dieta sia sana, non riusciamo a sbarazzarci dei chili in più o della ritenzione idrica. In questo senso, forse dovremmo prestare più attenzione ai macronutrienti che consumiamo poiché, secondo gli esperti, sono le sostanze fondamentali per riuscire a dimagrire.

Leggi anche: Cosa sono i macro e perché contarli può aiutarti a dimagrire

Cosa sono i macronutrienti? 

Chiamiamo macronutrienti quei nutrienti essenziali – carboidrati, grassi e proteine ​​- che forniscono le calorie di cui abbiamo bisogno ogni giorno. Anche fibra e acqua possono essere incluse in questa sezione.

Una delle funzioni fondamentali dei macronutrienti è quella di fornire l’energia necessaria per permettere al corpo di funzionare. Hai bisogno di loro per vivere. Tuttavia, l’attuale ritmo di vita o le tendenze alimentari causano squilibri. Ciò può influenzare il peso corporeo, ma anche la salute. 

Lo squilibrio dei macronutrienti è la ragione per cui la dieta non funziona?

La prima cosa che dobbiamo fare è controllare che lo stallo del peso non sia dovuto a ritenzione di liquidi, ciclo mestruale, livello di idratazione, scarso movimento intestinale ecc. Se questi fattori non incidono, dobbiamo valutare alcune possibili cause che non fanno funzionare la dieta dimagrante.

Dieta, controlla i carboidrati 

Se sei in stallo e non perdi peso, prova una dieta a basso contenuto di carboidrati. È una strategia per perdere peso e migliorare molti marker metabolici come trigliceridi, colesterolo e glicemia. Certo, dovresti farti seguire da un nutrizionista, poiché può essere dannosa se se fatta senza cognizion di causa. Inoltre, non devi eliminare tutti i carboidrati , ma quelli che possono farti ingrassare di più. 

Tuttavia, non è sempre così. A volte accade l’opposto. I carboidrati non sono ben adattati alle tue esigenze e ne mangi talmente pochi che il tuo metabolismo rallenta. In questo caso, mangiare di più ti aiuterà a perdere peso. Caricare di carboidrati per un determinato periodo di tempo può essere una buona strategia per superare uno stallo e riportare il metabolismo in carreggiata.

Dai priorità ai carboidrati che trovi in ​​verdure, tuberi, frutta e legumi, e metti da parte le farine raffinate che non sono molto sazianti e ti faranno mangiare di più.

Leggi anche: La differenza tra carboidrati semplici e complessi e quali dovresti preferire

Attenzione! Potresti non mangiare grassi sani

I grassi sono un macronutriente necessario e salutare. Non dovrebbero essere visti come qualcosa di negativo perché non sono sempre responsabili dell’accumulo di grasso nel corpo. Infatti, i grassi buoni aiutano anche ad eliminarlo.

Gli acidi grassi essenziali come omega 3 e omega 6 devono essere introdotti dalla dieta, poiché l’organismo non è in grado di sintetizzarli.

Le migliori fonti di acidi grassi si trovano nell’olio d’oliva, nell’avocado, nei semi come la chia o nel lino, nelle noci e nel pesce grasso, come il salmone e la trota.

Quelli che dovresti limitare, invece, sono i grassi saturi e quelli trans.

Leggi anche: Quali sono i grassi sani e perché non devi aver paura di includerli nella dieta

Non mangi abbastanza proteine

Le proteine ​​sono macronutrienti essenziali per la nostra salute. Inoltre, sono un buon alleato nella perdita di peso, in quanto sono molto sazianti. Consumando abbastanza proteine ​​eviterai il rallentamento del metabolismo, poiché la loro digestione comporta un aumento del dispendio calorico e facilita il mantenimento e l’aumento di massa muscolare.

Le proteine ​​hanno un effetto sugli ormoni che regolano l’appetito, come la grelina, e il loro consumo ti renderà meno affamato durante il giorno.

Le fonti proteiche più importanti sono pesce e crostacei, pollame, carne, uova e alternative lattiero-casearie e non, come tofu e prodotti a base di soia.

Aumenta l’apporto di fibre nella dieta

Inserire nella dieta cibi ricchi di fibre può aiutarti a perdere peso, poiché riducono l’appetito e ti fanno sentire sazio. Inoltre, prevengono la stitichezza e riducono il colesterolo nel sangue. Mangiare fibre alimentari accelera la crescita dei batteri buoni nell’intestino, migliorando il microbiota, che ti aiuterà a perdere peso.

Controlla cosa e quanto mangi

A volte sopravvalutiamo le quantità e in realtà stiamo mangiando più di quanto pensiamo, aumentando troppo le calorie. Spesso il fine settimana è il momento in cui tendiamo ad esagerare di più. Se aumentiamo troppo le calorie in questi giorni, il deficit calorico raggiunto durante la settimana non sarà sufficiente per dimagrire ed ecco che la dieta non funzionerà.

Tuttavia, sappi che lo stallo durante una dieta dimagrante è piuttosto comune. Pertanto, andare da un professionista della nutrizione ti garantisce di raggiungere i tuoi obiettivi, utilizzando le strategie di cui hai bisogno in ogni momento e prendendosi sempre cura della tua salute.