benessere

10000 passi al giorno per dimagrire? Harvard smentisce questa convinzione

10000 passi al giorno per dimagrire? Harvard smentisce questa convinzione
E’ ormai pensiero comune che il numero magico di passi per dimagrire o rimanere in forma è di 10000 al giorno. Giovani, adulti e anziani hanno questo obiettivo da raggiungere ogni giorno. Tuttavia, la conclusione di uno studio condotto dall’Università di Harvard non coincide con questa cifra. E sostiene addirittura che diecimila passi potrebbero essere troppi. Camminare con regolarità, anche senza arrivare per forza alle 5 cifre,  può aiutarci a ridurre la mortalità, dimagrire e mantenerci in forma.

La ricerca, pubblicata sulla rivista scientifica JAMA Internal Medicine, si proponeva di stabilire un numero più realistico, sollevando due interrogativi: quanti passi al giorno sono associati a una riduzione del tasso di mortalità? Il livello di intensità è significativo?

Leggi anche: Dimagrire con la camminata: il piano di 31 giorni per perdere peso.

Perché si parla sempre di 10.000 passi al giorno per dimagrire e stare in salute?

La raccomandazione di 10mila passi al giorno – che ammontano a circa 7 chilometri se sei alto circa 170 cm- risale al Giappone degli anni ’60, quando fu rilasciato un contapassi chiamato manpo-kei (tradotto approssimativamente in “metro 10.000 passi”). In altre parole, l’obiettivo dei 10mila passi per dimagrire è nato più come una tattica di marketing che come una raccomandazione basata sulla scienza. Quindi questo numero non ha alcuna base scientifica?

La dottoressa I-Min Lee, epidemiologo al Brigham and Women’s Hospital e professore di medicina all’Università di Harvard, autrice principale dello studio, ha voluto vederci più chiaro. La scienziata ha esaminato 16.741 donne di età compresa tra 62 e 101 anni (età media 72). Tra il 2011 e il 2015, tutti i partecipanti hanno indossato durante il giorno dispositivi di localizzazione chiamati pedometri. La domanda centrale era: l’aumento dei passi è associato a un minor numero di morti?

Le conclusioni dello studio di Harvard

L’epidemiologo ha osservato che la percentuale di mortalità diminuiva in base al numero di passi compiuti al giorno. Ad esempio:

  • Le donne più sedentarie che, in media, facevano 2.700 passi al giorno, non registravano alcuna riduzione della mortalità.
  • Coloro che hanno fatto una media di 4.000 passi al giorno ogni giorno hanno avuto una riduzione del 41% della mortalità.
  • I tassi di mortalità sono migliorati tra chi faceva circa 7.500 passi al giorno.

La conclusione è stata che per ridurre la mortalità basterebbero 7.500 passi , il 25% in meno dei 10.000 a cui siamo abituati. E certamente una cifra che è più facile da raggiungere.

Il numero di passi che aiuta a dimagrire e migliora la salute

La Dr.ssa Lee ha notato che le raccomandazioni sugli esercizi per migliorare la salute sono misurate in minuti, piuttosto che in fasi. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda 150 minuti di attività aerobica moderata a settimana. Tuttavia, misurare per gradi può essere più fattibile, dal momento che non è sempre facile tenere traccia delle ore che trascorriamo in movimento. E raccomanda che, se sei molto sedentario, può essere utile per te provare a fare una media di 4.400 passi al giorno a un buon ritmo e aumentarlo gradualmente fino a una cifra di 7.500 passi al giorno.

Esistono anche alcuni trucchetti per aumentare i passi, dal momento che non è necessario eseguirli tutti in una volta. Ad esempio.

  • Prendi le scale
  • Parcheggia lontano da casa o dalla meta che devi raggiungere.
  • Sali o scendi una fermata prima o dopo del mezzo di trasporto.

E se voglio dimagrire?

Se contare il numero di passi è una buona strategia per mantenersi in forma, ricorda che per dimagrire non è sufficiente fare movimento. Per perdere peso è necessario produrre un deficit calorico, cioè bruciare più calorie di quelle assunte. Per fare ciò, gli esperti consigliano di seguire una dieta sana, leggermente ipocalorica, e praticare regolarmente attività fisica.