Categorie
ambiente

Dimagrire sulla pancia, 5 consigli pratici

Dimagrire sulla pancia quando si è in sovrappeso non è solo una scelta estetica ma anche di salute.

Il grasso addominale è dannoso e le ricerche suggeriscono forti legami con malattie quali il diabete di tipo 2 e le patologie cardiache.

Avere la pancia anche se non si è tecnicamente in sovrappeso può far male al cuore.

Il grasso accumulato nella zona addominale, anche con un indice di massa corporea nella norma, può portare a un rischio a lungo termine di problemi cardiovascolari raddoppiato.

La “pancetta” e il grasso localizzato sui fianchi in alcune donne sono associati a un maggiore rischio di diabete 2.

Tutta ‘colpa’ della variazione naturale di gene denominato KLF14, colpevole dell’accumulo di grasso in zone critiche come appunto ventre e sui fianchi.

Tale condizione le espone a un rischio significativamente maggiore di diabete, mentre lo stesso non accade per gli uomini

Consigli per eliminare il grasso della pancia.

Il consumo eccessivo di zucchero può essere il motore principale del grasso in eccesso nell’addome e nel fegato.

Questo vale soprattutto per le bevande zuccherate, come succhi di frutta e le bibite analcoliche.

Non trascurare le proteine nella dieta perché possono aumentare il metabolismo e favorire il senso di sazietà.

Potrebbe essere più utile limitare il consumo dei carboidrati, che se mangiati in eccesso favoriscono il grasso addominale.

Fare esercizio fisico è fondamentale per combattere il grasso addominale e in generale per mantenere un buono stato di salute.

Mai dimenticare le fibre, che sono l’ingrediente segreto per un invecchiamento di successo.

Le fibre, solubili e insolubili, sono un elemento fondamentale della nostra alimentazione.

Non solo aiutano a sentire la sazietà, ma sono una fonte preziosa anche per la flora intestinale, a sua volta fondamentale per la salute umana. 

Questi consigli non rappresentano in alcun modo un’alternativa al parere e alle raccomandazioni di un medico.

Foto di Marta Cuesta da Pixabay.