Dieta e longevità, 6 cibi alleati

dieta-longevità-cibo

Anche la dieta influenza la longevità. Quello che mangiamo può avere un impatto notevole sulla nostra salute nel corso degli anni. Come suggerisce il sito della Fondazione Veronesi, “quanto più a lungo e con maggior costanza si portano sulla tavola cereali integrali, pesce, frutta e verdura con condimento a base di olioextravergine di oliva, e si consumano con parsimonia carne, latticini e vino, tanto più alte sono le probabilità di sopravvivere in salute”. Fondamentale in questo quadro la dieta mediterranea, in grado di ridurre la mortalità per cause cardio e cerebrovascolari anche se seguita nel corso della terza età.

Il sito britannico Express Uk, evidenzia sei cibi alleati della longevità, secondo la consulente medica Sarah Brewer e la dietologa Juliette Kellow. Nel loro libro intitolato “Eat Better Live Longer” descrivono diversi cibi da includere nella dieta e nei loro benefici. Eccone sei.

Patate dolci, ricche di potassio, che possono abbassare la pressione sanguigna e hanno un minor apporto di sodio. Tofu. È noto che la proteina di soia riduce il colesterolo LDL (cattivo): un eccesso di colesterolo cattivo può portare a malattie cardiovascolari. Studi hanno anche dimostrato altri modi in cui i cibi a base di soia, come il tofu, possono aiutare la salute del cuore. “In un altro studio su 650000 donne cinesi in postmenopausa, quelle con la più alta assunzione di proteine ​​di soia avevano un rischio inferiore dell’86 per cento di avere un attacco di cuore non fatale rispetto a quelle con le assunzioni più basse”, spiegano le due esperte.

Sì ai broccoli. “Queste verdure verdi sono ricche di composti chiamati glucosinolati, che si scompongono per formare composti anti-cancro e sono pieni di flavonoidi e carotenoidi che combattono il cancro”, sottolineato.

Funghi, che contengono sostanze fitochimiche che nemiche dei batteri e virus e aiutano a ridurre l’infiammazione, affermano Brewer e Kellow. Aggiungono: “Questa è una buona notizia in quanto l’infiammazione cronica è alla base di molte malattie, tra cui le malattie cardiache e il diabete di tipo 2. Cipolle, aglio e porri, anche loro sono cibi alleati. Le due esperte dicono: “I porri contengono cinque volte più folati delle cipolle, il che è una grande notizia, poiché una buona assunzione di folato può aiutarci a proteggerci dal morbo di Alzheimer”. Infine l’olio d’oliva, grande alleato della salute. La somministrazione di una dieta arricchita di acido oleico è in grado di garantire notevoli benefici al corpo.

Potrebbero interessarti anche...