Possiamo mangiare yogurt scaduto? Due esperti rispondono

Possiamo mangiare yogurt scaduto? Due esperti rispondono

ROMA – Prendi uno yogurt dal frigo e ti accorgi che ha già superato la data di scadenza. Lo butti via o lo mangi? Due esperti in nutrizione rispondono a questo dubbio sul sito cuidateplus.

“Non c’è un numero stabilito di giorni in cui è sicuro consumare lo yogurt. Il buon senso ci dice che le probabilità che il prodotto non rispetti le stesse proprietà di quando è stato confezionato aumentano con il passare dei giorni ” afferma Katherine García, della Società spagnola di Endocrinologia e Nutrizione (SEEN) .

“La natura stessa dello yogurt -cibo microbiologicamente stabile in corrette condizioni di conservazione – il superamento della data di scadenza non deve presupporre alcuna conseguenza per la salute del consumatore” osserva Esther Carrera, docente di Nutrizione e Scienze degli Alimenti presso l’ Università CEU San Pablo, a Madrid.

Lo yogurt è un alimento con un pH molto acido, che rende molto difficile la vita ad agenti patogeni (agenti biologici che possono causare malattie ). Inoltre, è fatto con latte pastorizzato, che elimina il carico microbico. “Per questo motivo, il consumo di yogurt scaduti probabilmente non ha conseguenze gravi o velenose per la salute (se conservato correttamente e non vi è la presenza di muffe); anche se in microbiologia il rischio zero non esiste”, afferma lo specialista del SEEN.

Inoltre, uno yogurt scaduto può avere un gusto acido o non gradevole di aroma o sapore.  Per sfruttare a pieno i benefici dello yogurt, è meglio rispettare le date di scadenza:

“Le proprietà nutrizionali di uno yogurt scaduto non vengono modificate, purché questo sia mantenuto in buone condizioni; Tuttavia, gli effetti probiotici possono essere alterati dal momento che la quantità di microrganismi nello yogurt diminuisce col passare dei giorni dalla sua preparazione”, specifica García. A questo proposito, Carrera aggiunge che “gli studi sull’invecchiamento dello yogurt suggeriscono che il prodotto mantiene le sue proprietà fino a 35 giorni dalla sua data di produzione, purché adeguatamente conservato”.

Il consumatore deve conoscere la differenza tra “data di scadenza” e “data di consumo preferenziale”, poiché hanno implicazioni diverse nel prodotto. Gli alimenti microbiologicamente molto deperibili, il cui consumo dopo un breve periodo di tempo può rappresentare un pericolo immediato per la salute, deve essere etichettato con una data di scadenza esatta e deve riportare la dicitura “da consumarsi entro”. Nel resto dei casi, ci sarà una data di scadenza preferenziale “da consumare preferibilmente entro”. Il che indica che, dopo quella data, non sono garantite le caratteristiche sensoriali, l’aroma, il gusto o la consistenza al 100%.

Ovviamente, il discorso dei due esperti ha un senso nel caso in cui si parli di un prodotto ottimamente conservato.

Ci sono delle regole da seguire prima di consumare uno yogurt scaduto (ma dovrebbero valere sempre, anche quando si parla di yogurt che non hanno superato la data di scadenza):

Devono essere sempre conservati correttamente in frigorifero, non devono essere presenti rigonfiamenti sulla parte superiore del vasetto, la confezione non deve essere aperta, non deve emanare un odore sgradevole, non devono comparire tracce di muffa.

Potrebbero interessarti anche...