Categorie
Salute

Cancro e alcol, con un bicchiere di vino al giorno +5% rischio

Bere anche solo una bevanda alcolica al giorno per dieci anni potrebbe aumentare il rischio di cancro del 5%. E’ quanto emerge da un articolo pubblicato sulla rivista Cancer. Tuttavia, questa associazione non è stata ben caratterizzata. Due drink al giorno per cinque anni potrebbero aumentare la probabilità di ammalarsi di tumore nella stessa percentuale. Quelli più comuni causati dall’alcool sono risultati il tumoree della bocca, della gola e del collo, nonché il cancro al seno nelle donne. 

Come si legge sul Daily Mail, lo studio è stato condotto su oltre 120.000 persone, bevitori abituali, in Giappone. Gli scienziati hanno preso come riferimento bevande come un bicchiere di vino medio (180 ml ), 500 ml di birra e (60 ml) di whisky. E’ stata trovata un’associazione ‘quasi lineare’ tra alcol e cancro, che suggerisce come l’assunzione di alcol potrebbe aumentare il rischio di ammalarsi.

“Anche il consumo di alcol da leggero a moderato sembra essere associato ad elevati rischi di cancro”, hanno scritto i ricercatori nel loro articolo. Uno degli autori dello studio, il dottor Masayoshi Zaitsu, ha dichiarato: “In Giappone, la principale causa di morte è il cancro. Dato l’attuale onere dell’incidenza globale del cancro, dovremmo incoraggiare ulteriormente la promozione dell’educazione pubblica sul rischio di cancro correlato all’alcol”.

Lo studio suggerisce che non esiste dunque una quantità “sana” di alcol. Ma altri studi hanno parlato di specifici effetti positivi derivati dal consumo del vino. Quello rosso è amico dell’intestino, più di altre bevande alcoliche. Aumenta la varietà dei batteri che lo abitano, il cosiddetto microbioma, e aiuta a ridurre i livelli di obesità e colesterolo cattivo. Lo ha rilevato uno studio del King’s College di Londra, pubblicato sulla rivista Gastroenterology, che però punta sulla moderazione: secondo i ricercatori, i benefici si possono ricavare anche da un solo bicchiere ogni 15 giorni.

Gli autori ritengono che il motivo principale dei benefici sia dovuto ai numerosi polifenoli nel vino rosso, cioè sostanze chimiche di difesa che hanno molte proprietà benefiche (inclusa quella antiossidante) e agiscono principalmente come ‘carburante’ per i microbi presenti nel nostro sistema intestinale.