Categorie
Salute

Pressione bassa in estate, 5 alimenti che la contrastano

Chi soffre di pressione bassa può andare incontro a diversi disturbi. La pressione bassa, infatti, non solo interferisce negativamente con la circolazione del sangue, ma causa anche stanchezza, nausea, vertigini e svenimenti.

Per molte persone, questo problema si acuisce in estate, quando la pressione bassa è favorita dalle alte temperature.

Se soffri di ipotensione infatti, saprai che il caldo non aiuta ma, al contrario, peggiora la sensazione di stanchezza e astenia.

In molti casi, una dieta sana e mirata aiuta a contrastare la pressione bassa. In ogni caso, è sempre necessario parlare con il proprio medico che potrà dare consigli più appropriati in base allo stato di salute che si ha.

Acqua: in alcuni casi, la pressione bassa può essere causata dalla disidratazione. In estate, questo è ancora più vero. Per questo motivo è molto importante assicurarti di bere abbastanza acqua, che oltre a idratare il tuo organismo aumenta il volume del sangue. Quanta acqua bere? Secondo le linee guida, un adulto sano dovrebbe vere circa 2 litri di acqua al giorno.

Sodio: se soffri di pressione bassa, l’assunzione di sale contribuisce ad alzarla. Questo perché il sodio trattiene liquidi (è infatti sconsigliato in caso di pressione alta) e aumenta il volume del sangue, con impatto diretto sulla pressione. Quindi, se sei abituato a mangiare senza sale e soffri di ipotensione, potresti pensare di aggiungerne un po’ a tavola. Tuttavia, è sempre bene chiedere prima consiglio al proprio medico di base, per essere sicuri di non eccederne nel consumo.

Magnesio: questo minerale svolge un ruolo importante nella regolazione della pressione del sangue. Puoi trovare il magnesio in molti cibi, come per esempio ceraali, legumi, frutta secca, verdura a foglia verde, carne e latticini

CORRELATO: Cibi ricchi di magnesio: 8 alimenti alleati.

Carboidrati: non bisogna eccedere con i carboidrati, ma assumerne porzioni più piccole e più spesso, può aiutare se soffri di pressione bassa. Questo perché, dopo un pasto, il nostro organismo devia il naturale flusso sanguigno verso lo stomaco per favorire la digestione. In alcuni casi però questa deviazione non è controbilanciata dalla frequenza cardiaca, causando cali di pressione. Si può ovviare a questo problema mangiando pasti più piccoli a basso contenuto di carboidrati, che richiedono meno sangue.

Acido folico e vitamina B12: Secondo l’American Heart Association, uno dei motivi della pressione bassa può essere scarso apporto di acido folico (vitamina B9) e di vitamina B12. L’acido folico è necessario per lo sviluppo di nuove cellule e per prevenire problemi come l’anemia. Si trova in verdure a foglia verde come lattuga o spinaci, uova, legumi. La vitamina B12 si trova principalmente nella carne, uova e latticini.

Foto in evidenza Katie Smith on Unsplash