Categorie
Salute

Menopausa, avere pochi rapporti intimi la anticipa?

Le donne che hanno un’attività sessuale settimanalmente o mensilmente hanno un rischio inferiore di entrare presto in menopausa rispetto a quelle che sono inattive con una frequenza maggiore di un mese, secondo un nuovo studio della University College London, citato dal sito Medical X Press. Le donne che hanno riferito di essere sessualmente attive settimanalmente avevano il 28% in meno di probabilità di aver avuto la menopausa precoce.

La ricerca, pubblicata su Royal Society Open Science, si basa sui dati raccolti tramite interviste di uno studio statunitense sulla salute delle donne (2.936 casi). Dunque non c’è un rapporto di causa effetto, ma si fa fede a quello che le partecipanti hanno riferito. Il primo autore dello studio, Megan Arnot, ha dichiarato: “I risultati del nostro studio suggeriscono che se una donna non sta facendo sesso e non vi è alcuna possibilità di gravidanza, il corpo ‘sceglie’ di non investire nell’ovulazione, perché sarebbe inutile (…)”.

Un altro autore dello studio, il professor Ruth Mace, ha aggiunto: “La menopausa è, ovviamente, un’inevitabilità per le donne, e non esiste alcun intervento comportamentale che impedirà l’interruzione della riproduzione. Tuttavia, questi risultati sono un’indicazione iniziale che i tempi della menopausa possono essere adattivi in ​​risposta alla probabilità di rimanere incinta”.

Come si legge sul sito dell’Iss Salute, generalmente la menopausa si presenta tra i 45 e i 55 anni di età quando le ovaie smettono di produrre gli ormoni sessuali (estrogeni e progesterone) e il ciclo mestruale, insieme alla fertilità, termina in modo definitivo. “Una minoranza di donne, circa l’8-10%, entra in menopausa prima dei 45 anni per diverse cause legate a disfunzioni dell’attività ovarica, malattie o particolari cure mediche. Questa condizione, naturale o indotta, è nota come menopausa precoce. In alcuni casi, il medico potrebbe valutare insieme alla donna che ne è stata colpita l’opportunità di una cura”, specifica il portale sanitario.

Bisogna ricordare che la menopausa è un evento naturale nella vita di una donna e non è una malattia. I sintomi possono essere più persistenti da caso a caso ma sono comunque sempre temporanei. Confrontarsi con il proprio medico è fondamentale per affrontare al meglio questa fase della vita.