Categorie
Salute

Infarto, i pomodori allontanano il rischio: merito del licopene

HELSINKI – I pomodori potrebbero ridurre il rischio di infarto: lo dice una ricerca dell’Università della Finlandia Orientale di Kuopio pubblicata sul Journal Neurology. Tutto merito del licopene, potente antiossidante contenuto in frutta e verdura di colore rosso, come peperoni, anguria e, appunto, pomodori.

I ricercatori hanno seguito per dodici anni oltre mille uomini di mezza età. Dai dati raccolti è risultato che quelli che avevano livelli più alti di licopene nel sangue hanno avuto casi di infarto più che dimezzati, con un abbassamento del rischio del 55%.

Tra i 258 uomini con i livelli più bassi di licopene nel sangue, è stato colpito da infarto quasi uno su 10, mentre tra i 259 uomini con i livelli più alti di licopene l’infarto ha colpito solo uno su 25.

Il dato più importante è però quello relativo alla presenza di coaguli di sangue: gli uomini con i livelli di licopene più alti avevano il 59% di probabilità in meno di avere un infarto dovuto a coaguli rispetto agli uomini con livelli più bassi di licopene nel sangue.

Questo perché, sottolineano i ricercatori finlandesi, il licopene agisce non solo come antiossidante, ma anche come anticoagulante, riducendo quindi sia le infiammazioni sia il rischio di caoguli di sangue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.