Infarto e ictus: attenzione a peso ed effetto yo-yo

infarto-ictus-pressione-peso

ROMA – Infarto e ictus: attenzione all’effetto yo-yo. Quando il peso, la pressione sanguigna e la glicemia subiscono fluttuazioni importanti in tempi relativamente ristretti, la persona è a maggior rischio. Lo rende noto una ricerca coreana, realizzata dall’Università Cattolica di Seoul, che ha coinvolto 7 milioni di persone seguite per 5 anni e i cui risultati sono stati pubblicati dalla rivista Circulation. Cosa si intende esattamente per effetto yo-yo? Il riferimento è a quella pratica errata di sottoporsi a diete lampo ferree per un breve periodo, salvo poi tornare a vecchie abitudini e uno stile di vita precedente al regime dietetico dopo che l’obiettivo è stato raggiunto.

Come si legge sul sito della Fondazione Veronesi, vari studi hanno confermato l’inefficacia di questo tipo di diete, ma in questo caso il riferimento è al loro rapporto con le malattie cardiovascolari, per le quali le alterazioni metaboliche possono rivelarsi deleterie. Lo studio coreano ha monitorato peso, pressione e glicemia di individui sani seguiti per un periodo di 5 anni. In quelli che hanno avuto il fattore variabilità si è registrato “una mortalità del 27 per cento più elevata, un rischio di infarto del 43 per cento più alto e un aumento del 41 per cento di andare incontro ad un ictus“, spiega il sito della fondazione.

Il motivo per cui l’effetto yo-yo è pericoloso è legato all’aumento del rischio di infiammazione. L’accumulo di grasso a livello addominale comporta una produzione di molecole infiammatorie. Questo suggerisce che non è pericoloso solo per chi è in sovrappeso, ma anche per chi è normopeso. Mantenere un peso corporeo ideale, praticare attività fisica, fare una dieta sana che includa frutta e verdura fresca e di stagione, mantenere un livello di colesterolo normale così come un normale livello di zuccheri nel sangue sono le regole da seguire. Ma anche dire addio al fumo il prima possibile, limitare cibi grassi e evitare le bevande alcoliche.

Potrebbero interessarti anche...