Dimagrire più difficile in estate: 3 falsi miti

dimagrire-bilancia-pesarsi

Dimagrire è più difficile in estate: quante volte abbiamo sentito ripetere questa frase? Molte. In realtà la situazione è più variegata e cambia da persona a persona. Quando ci sono temperature molto alte, c’è anche chi sperimenta una diminuzione della fame. Lo stress lavorativo, peggiorato dal caldo, potrebbe avere come esito proprio la perdita di peso. Ma vediamo in dettaglio qualche altro falso mito.

In estate di prende peso perché la vita è più sregolata. Questo potrebbe valere per i più giovani, che andando in vacanza hanno orari stravolti. E’ difficile ipotizzare che sia così per la maggior parte delle persone. Inoltre, molto dipende dalla meta che si sceglie. Se la location ha un’offerta enogastronomica notevole, c’è più possibilità di tornare a casa con qualche chilo in più. Ma se si parte per un viaggio all’avventura, senza pasti fissi garantiti, si potrebbe tornare a casa persino dimagriti.

In estate si mangiano più dolci. Ne siete certi? E’ vero, ci sono i gelati, ma spesso c’è chi li mangia al posto di un pasto. Non tutti i gelati sono bombe caloriche e non necessariamente fanno ingrassare di più rispetto ad altri tipi di dolci che si consumano durante l’inverno.

Ci si muove di meno. E’ vero, sono in pochi a frequentare le palestre in estate, ma allo stesso tempo la vita si svolge molto fuori casa. Si va al mare, in montagna, al parco. Le giornate sono più lunghe e si fanno più cose. Se a gennaio alle sette di sera siamo convinti che la giornata sia volta al termine, a giugno c’è ancora di tempo per una passeggiata al centro commerciale che chiude alle 21.

Questi tre punti dimostrano quanto tutto sia relativo. L’estate non deve essere la scusa per non fare una dieta. Con la forza di volontà è possibile raggiungere tutti gli obiettivi che ci prefiggiamo.

Potrebbero interessarti anche...