Categorie
Salute

Dimagrire, 4 consigli a prova di scienza

Quando si vuole dimagrire gli spunti on line sono numerosi, ma nessuno deve sostituirsi all’autorevole parere di un medico o un nutrizionista. Solo affidandosi a un esperto dell’alimentazione si ottengono risultati concreti e duraturi, senza incorrere in carenze nutrizionali o problemi di salute. Ci sono tuttavia una serie di punti chiave, ormai considerati basilari per la perdita di peso. Questo perché numerosi studi ne hanno confermato la veridicità. Vediamone alcuni.

La parte più importante è quella di ridurre zuccheri e amidi (carboidrati). Dunque non azzeramento. In quest’ultimo caso si tratta di diete proteiche, che devono essere autorizzate e monitorate da un medico. Sbagliato evitare i carboidrati per stare in forma e prevenire sovrappeso e obesità. Inoltre, il problema non sta solo nella quantità dei carboidrati inseriti nella dieta, ma anche nella loro qualità. La pasta è un’ottima scelta, se di grano duro e cotta ‘al dente’ ha un IG di 45, preferibile al pane bianco (70). Ma se la pasta è troppo cotta l’IG sale.

Ognuno dei tuoi pasti dovrebbe includere una fonte di proteine, una fonte di grassi e verdure a basso contenuto di carboidrati. Una dieta ricca di carne e pesce aiuta a perdere chili e il merito è di un enzima prodotto dalla digestione delle proteine e in grado di attivare l’ormone della sazietà, fondamentale se si vuole dimagrire. 

Non si può perdere peso solo facendo solo sport: è necessario rimodulare la dieta, come sottolineato da una ricerca della Bangor University, pubblicata sulla rivista Applied Physiology, Nutrition and Metabolism. L’attività fisica resta fondamentale per la salute: a livello globale un decesso su dodici (l’8% di tutti i decessi) può essere prevenuto con 30 minuti di attività 5 giorni su 7.

L’idratazione è alleata del dimagrimento. Bere acqua aiuta a bruciare più calorie, più precisamente, secondo uno studio l’assunzione di acqua fredda favorirebbe il metabolismo, mentre un’altra ricerca pubblicata sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism ha dimostrato che bere mezzo litro di acqua può aumentare il tasso metabolico del 30% per oltre un’ora.