Dieta, piatti di verdure piacciono di più con nomi “seduttivi”

Dieta, piatti di verdure piacciono di più con nomi "seduttivi"

Verdura, se proprio non vi vanno provate ad inventarvi dei piatti che le contengano e date loro dei nomi esotici e seduttivi: vedrete che avrete più voglia di gustarli. E’ quanto succede solitamente agli adulti secondo uno studio condotto dalla Stanford University pubblicato su Jama Interna Medicine, che ha mostrato come gli adulti tendano a mangiare di più i piatti a base di verdure se hanno nomi attraenti.

L’esperimento si è svolto in una delle caffetterie dell’università americana, con circa 600 clienti al giorno, durante la stagione autunnale. Ogni giorno lo stesso piatto a base di verdure veniva proposto con un nome basic, come ad esempio carota, oppure con un nome ‘salutare restrittivo’, come carote con condimento al limone senza zucchero, ‘salutare positivo’, come carote e limone smart con vitamina C o ‘seducente’, come carote attorcigliate glassate al lime. Al termine dell’esperimento si è visto che il nome accattivante portava a un consumo maggiore del 25% rispetto a quello ‘basic’, maggiore del 41% rispetto a quello ‘salutare restrittivo’ e del 35% rispetto al ‘salutare positivo’.

La tendenza, spiega lo studio, si è ripetuta per tutte le verdure scelte, dalle ‘rape dinamite’ ai ‘fagioli frizzanti’. “Il fenomeno si spiega se si pensa alla psicologia della scelta del cibo – scrivono gli autori -. Gli studi mostrano che quando le persone fanno una scelta sul cibo sono motivate soprattutto dal gusto, e tendono a giudicare le opzioni più salutari come meno gustose”.

Potrebbero interessarti anche...