Diabete, semi di chia per contrastare gli zuccheri nel sangue

diabete-ridurre-rischi

ROMA – Il diabete di tipo 2 è una malattia cronica da non sottovalutare in quanto può portare a problemi di salute gravi. Quando si ha il diabete è molto importante tenere sotto controllo la glicemia, anche attraverso una alimentazione mirata e attività fisica regolare. Nello specifico, esistono degli alimenti e dei rimedi naturali che consentono di abbassare il livello degli zuccheri nel sangue e di regolare il rilascio dell’insulina. A tal proposito, un recente studio ha dimostrato che i semi di chia sono in grado di tenere a bada i livelli di zuccheri nel sangue.

In uno studio su 20 esseri umani con diabete, una varietà di semi chiamata Salbachia, o più conosciuti come semi di chia, ha aiutato i partecipanti a contrastare i livelli di glucosio nel sangue. Dai risultati della ricerca è emerso che i semi di Chia sembrano rallentare il passaggio del glucosio nel sangue e aumentare il senso di sazietà.

Secondo i risultati della ricerca, i semi di chia sono in grado anche di ridurre la pressione del sangue e ridurre la proteina C-reattiva, un importante marker del rischio di malattie cardiache. Oltre a questo, i semi di chia contengono un alto livello di antiossidanti e omega-3, sono una buona fonte di proteine ​​e fibre, utili a chi soffre di diabete di tipo 2.

Un articolo apparso sul sito di Harvart Health si legge: “Quello che non tutti sanno è che i semi di chia potrebbero rappresentare un superfood essenziale per chi soffre di diabete. […] Il pane integrale, il riso integrale, la farina d’avena, la quinoa, la chia e molto altro sono ottime scelte per tutti, anche per chi soffre di diabete. Numerosi studi dimostrano che assumere più cereali integrali a scapito di cereali raffinati è una buona opzione per combattere malattie cardiache, diabete e altre condizioni croniche”.

I semi di chia possono essere aggiunti a frullati e succhi, mescolati a yogurt o fiocchi d’avena o aggiunti ad una insalata. Ovviamente, gli esperti spiegano che, oltre a seguire una dieta sana, è importante adottare uno stile di vita attivo per abbassare i livelli di zucchero nel sangue. Questo non vuol dire dover affrontare estenuanti ore di palestra: anche una camminata veloce di almeno 40 minuti al giorno o salire e scendere le scale senza utilizzare l’ascensore, può essere un ottimo stratagemma per fare attività fisica.

Potrebbero interessarti anche...