Diabete, come mangiare i popcorn senza alzare la glicemia

diabete-ridurre-rischi

ROMA – Quando si ha il diabete, gli esperti consigliano di adottare una dieta mirata a non alzare la glicemia. Scegliere alimenti a basso indice glicemico è importante per chi soffre di diabete. Tra gli snack consentiti, troviamo anche i popcorn a patto di seguire alcune piccole accortezze. Il popcorn, infatti, può essere uno spuntino salutare se viene preparato nel modo giusto. Essendo un alimento non eccessivamente calorico e ricco di fibre, il popcorn risulta una buona opzione anche per chi soffre di diabete che, tuttavia, deve tener conto di alcuni fattori importanti. Il popcorn infatti contiene carboidrati, quindi chiunque debba gestire i propri livelli di zucchero nel sangue deve scegliere con cura il tipo, il metodo di cottura e le porzioni.

Per chi soffre di diabete, l’indice glicemico (GI) è un valore importante da tenere in considerazione quando si scelgono i cibi. Il popcorn ha un IG pari 55 . Si tratta quindi di un cibo a medio-basso indice glicemico e per questo motivo risulta una scelta di snack migliore rispetto a molte altre, con un alto contenuto di sale o zucchero. L’indice glicemico è una scala da 1 a 100 che si riferisce alla velocità con cui lo zucchero entra nel sangue dopo che che è stato consumato un pasto. Più alto è il valore di IG, più aumenta la glicemia. In generale, il sistema digestivo lavora rapidamente alimenti a più alto indice glicemico, con conseguente rapido assorbimento dello zucchero nel sangue. Di conseguenza, questi alimenti producono aumenti significativi dei livelli di zucchero nel sangue. Nelle persone con diabete, il corpo non può regolare naturalmente la glicemia, quindi questo aumento può portare a iperglicemia.

Al contrario, gli alimenti con basso indice glicemico vengono assorbiti dall’organismo più lentamente. Le diete a basso indice glicemico offrono benefici per la salute comprovati, tra cui un miglioramento dei livelli di glucosio e lipidi per chi soffre di diabete di tipo 1 o di tipo 2.

Porzioni: Il popcorn non rientra tra i cibi che devono essere eliminati dalla dieta, basta seguire alcuni accorgimenti. Innanzitutto, attenersi alle porzioni raccomandate dal proprio medico. Questo può fare una notevole differenza in termini di apporto calorico ingerito. 70 gr di popcorn fornisce circa 100-150 calore, moltissime fibre, zero colesterolo e pochi grassi. A seconda della dieta personalizzata di ognuno, è facile inserire nella propria alimentazione una porzione di popcorn a settimana senza ingrassare e senza che questi siano dannosi per la salute. Chi segue una dieta con conteggio di calorie per gestire il diabete, ovviamente, dovrebbe evitare di assumere più di quanto il medico non abbia consigliato. Le dimensioni delle porzioni sono vitali per il controllo dei livelli di zucchero nel sangue. Il popcorn è un alimento a basso indice glicemico se mangiato in piccole quantità, ma esagerare con le porzioni può causare un picco di zucchero nel sangue se si soffre di diabete. Per questo motivo, la prima regola è quella di assicurarsi di misurare attentamente le porzioni.

Preparazione: chi segue una dieta, soprattutto se soffre di diabete, dovrebbe mangiare i popcorn senza aggiunta di alcun condimento. Il popcorn preparato in casa con la macchina apposita è l’opzione migliore da scegliere per ottenere il massimo beneficio nutrizionale con il minimo di calorie e grassi. Se si desidera migliorare il gusto del popcorn, è possibile provare ad aggiungere uno dei seguenti ingredienti: una piccola quantità di formaggio grattugiato a basso contenuto di grassi, una spolverata di lievito nutrizionale, un filo di olio extravergine di oliva, qualche spezia come peperoncino in polvere, aglio o cannella.

Scegliere il giusto tipo di popcorn: l’opzione più salutare è quella di scegliere i chicchi di mais sfusi e poi preparare i popcorn a casa senza aggiunta di grassi e condimenti. Questi infatti generalmente sono naturali e non contengono sale, olio, zucchero o altri ingredienti non salutari. Il miglior modo per preparare popcorn a casa è quello di utilizzare l’apposita macchina da popcorn, acquistabile a pochi euro in molti negozi per la casa. La macchina da popcorn spesso non richiede l’utilizzo di alcun ingrediente extra, nemmeno l’olio. Una delle scelte più veloci, invece, è quella di scegliere popcorn da microonde. Tuttavia, è importante controllare bene la confezione e l’etichetta e scegliere solo i prodotti più naturali possibile poiché i sacchetti preparati contengono spesso burro o zucchero in più. 

Potrebbero interessarti anche...