Diabete, l’alimento ideale da mangiare a colazione

Diabete, dieta antiossidante tra le migliori per prevenirlo

ROMA – Il diabete di tipo 2 è una malattia cronica che che influenza i livelli di zucchero nel sangue (glucosio) e, se non trattata, possono svilupparsi gravi complicazioni di salute. Quando si è affetti da diabete è importante apportare alcune modifiche alla propria dieta per tenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue. Alcuni studi hanno ampiamente dimostrato che fare colazione riduce il rischio di sviluppare il diabete ma non tutti gli alimenti sono consigliati. Alcuni, infatti, possono aumentare la glicemia. Vediamo allora quali sono gli alimenti migliori da scegliere a colazione.

Quando si ha il diabete, il nostro organismo non è in grado di rispondere correttamente all’insulina (ormone prodotto dal pancreas), causando livelli troppo alti di zuccheri nel sangue. Per tenere sotto controllo il diabete è quindi importante controllare i livelli di zucchero nel sangue. Un dei modi più efficaci consiste nell’adottare una alimentazione sana e mirata. Gli esperti raccomandano di assumere una vasta gamma di alimenti, tra cui frutta, verdura, proteine magre, grassi buoni e cereali integrali. E’ molto importante non saltare i pasti e assicurarsi di fare regolarmente colazione, pranzo e cena, oltre che a due spuntini al giorni.

Ma quando si tratta del primo pasto della giornata, la colazione, qual è il cibo migliore da scegliere? Contrariamente a quanto si crede, le uova sono un’ottima scelta per la colazione e offrono una miriade di benefici per la salute, tra cui il miglioramento dei livelli di zucchero nel sangue. In passato, è stato consigliato di limitare il consumo di uova a causa del loro contenuto di colesterolo, che possono aumentare il rischio di sviluppare problemi di salute come ipercolesterolemia, diabete e aterosclerosi. Un uovo di medie dimensioni contiene circa 186 mg di colesterolo. La raccomandazione è di limitare il colesterolo negli alimenti a non più di 300 mg al giorno. Ma esistono due tipi di colesterolo: colesterolo “buono” HDL e colesterolo “cattivo” LDL. Studi più recenti hanno dimostrato che il consumo regolare di uova riduce l’infiammazione, migliora la sensibilità all’insulina, aumenta il colesterolo buono e riduce quello cattivo.

In uno studio , le persone con diabete di tipo 2 che hanno consumato due uova al giorno nell’ambito di una dieta ricca di proteine ​​hanno mostrato miglioramenti nei livelli di colesterolo e zucchero nel sangue. Le uova hanno anche dimostrato di aumentare il senso di sazietà, il che può portare alla perdita di peso e, come è noto, il sovrappeso o l’obesità sono fattori di rischio per il diabete di tipo 2.

Per questo motivo, gli esperti concordano che le uova rappresentano una buona opzione come parte di una dieta sana ed equilibrata, raccomandate anche per chi ha il diabete in quanto ricche di proteine, vitamine e minerali. L’importante è non esagerare e rimanere nelle dosi raccomandate: non più di 3 a settimana. Inoltre, andrebbero scelte cotture leggere, limitando l’aggiunta di grassi o sale.

Potrebbero interessarti anche...