Categorie
Salute

Non solo colesterolo e pressione alta: l’altro indicatore per valutare il rischio cardiovascolare

Per valutare il rischio cardiovascolare si può fare riferimento a un altro parametro oltre alla pressione alta e al colesterolo.

C’è un indicatore delle possibilità di calcificazione delle arterie coronariche, l’Agatston coronary artery calcium (CAC).

Già protagonista negli anni ’90, l’indicatore è al centro di uno studio dello Houston Methodist DeBakey Heart & Vascular Center, pubblicato sul British Medical Journal.

La ricerca attribuisce al CAC un importante ruolo nella prevenzione primaria delle patologie del cuore.

Nella valutazione il valore cresce con l’aumentare del rischio.

Un numero uguale a zero, in un contesto di bassi livelli di pericolo di malattie cardiovascolare e a seguito della terapia preventiva con statine, potrebbe essere usato per abbassare i livelli di rischio individuali. 

“Dato che le placche aterosclerotiche delle coronarie rappresentano il principale substrato per lo sviluppo di eventi coronarici – fanno sapere i ricercatori – abbiamo voluto valutare se il CAC potesse aiutarci nel completare la valutazione del rischio cardiovascolare individuale”.

Dieta atlantica riduce il rischio cardiovascolare.

Una dieta ricca di pesce, carne, latticini, verdure, legumi, patate e pane di grano intero, è legata a una minore mortalità tra gli adulti più anziani.

Lo ha indicato una ricerca pubblicata sulla rivista Bmc Medicine da Università Autonoma di Madrid e dagli istituti Ciberesp e Imdea.

La dieta dell’Atlantico prevede un consumo regolare di pesce, di carne, di prodotti lattiero-caseari, di prodotti dell’orto come le patate, verdure e legumi, di pane di grano integrale, di segale, di mais e prevede il consumo di vino durante il pasto. 

Cuore e Covid-19, i rischi.

Il cuore è vittima in modo diretto del Covid-19.

Le malattie cardiovascolari rappresentano infatti una complicanza dell’infezione da Sars-Cov-2.

Ma anche un fattore di rischio, tanto che 7 decessi Covid su 10 riguardano persone che soffrono di ipertensione.