Colesterolo alto e diabete, contrastali con l’olio MCT

Colesterolo alto, combattilo con la dieta TLC

ROMA – Colesterolo alto e diabete di tipo 2 sono fattori di rischio e malattie da non sottovalutare in quanto possono portare a condizione di salute anche molto gravi. Una alimentazione sana e uno stile di vita attivo sono i nostri principali alleati naturali contro molte malattie e fattori di rischio. A tal proposito, l’olio MCT può esserci di grande aiuto. MCT è un acronimo che sta per Medium Chain Triglycerides, ovvero trigliceridi a catena media (dagli acidi grassi a catena media). I trigliceridi a catena media sono un tipo di grasso che si trova in alcuni oli e prodotti caseari. L’olio MCT è un integratore fatto con questi grassi. Ma quali sono i potenziali benefici per la salute dell’olio MCT? Molti articoli in circolazione raccomandano l’uso dell’olio MCT. Sostengono che può aiutare le persone a perdere peso e a contrastare il rischio di colesterolo alto e diabete.

L’olio MCT può essere ricavato dalle noci di cocco ed è spesso usato per aiutare la perdita di peso o migliorare la resistenza immunitaria. L’olio MCT è un integratore alimentare composto da grassi MCT, che sono grassi che si trovano nell’olio di cocco, olio di semi di palma e alcuni latticini. L’olio MCT viene utilizzato principalmente da persone che cercano di perdere peso o aumentare la loro resistenza durante un allenamento. Ma cosa sono gli MCT e perché sono diversi dagli altri grassi? I grassi sono costituiti da catene di atomi di carbonio, e la maggior parte dei grassi nella dieta di una persona sono costituiti da 13 a 21 di questi atomi. Questi sono chiamati acidi grassi a catena lunga. Al contrario, gli acidi grassi a catena corta sono costituiti da 6 o meno atomi di carbonio. Gli MCT si riferiscono a trigliceridi a catena media che si trovano a metà tra quelli a catena corta e quelli a catena lunga. Sono di media lunghezza e composti da 6 a 12 atomi di carbonio.

Gli MCT si trovano nell’olio di cocco e vengono elaborati dal corpo in modo diverso rispetto agli acidi grassi a catena lunga. A differenza di altri grassi, passano direttamente dall’intestino al fegato. Da qui, vengono utilizzati come fonte di energia o trasformati in cheton, che possono essere utilizzati dal cervello per ricavare energia al posto di utilizzare glucosio o zucchero. Poiché le calorie negli MCT vengono utilizzate immediatamente, è meno probabile che vengano immagazzinate come grassi. Questo principio è alla base della dieta chetogenica, che molte persone credono sia un modo efficace per perdere peso. Potenziali benefici per la salute dell’olio MCT: Esistono diversi potenziali benefici per la salute dell’olio MCT. Alcuni di questi sono supportati da prove scientifiche, mentre altri devono ancora essere provati.

Colesterolo: è stato provato che gli MCT possono avere un ruolo nel contribuire a proteggere la salute del cuore abbassando il colesterolo. Uno studio del 2009 che ha esaminato 40 donne ha scoperto che il consumo di olio di cocco riduce il colesterolo cattivo nel sangue e migliora quello buono.

Diabete: gli MCT possono anche aiutare a migliorare i livelli di zucchero nel sangue e svolgere un ruolo potenziale nella gestione del diabete . Uno studio del 2007 ha rilevato che l’MCT ha migliorato i fattori di rischio del diabete, inclusa l’insulino-resistenza , in un piccolo gruppo di partecipanti con diabete di tipo 2.

Non solo un aiuto contro colesterolo e diabete: gli oli MCT hanno numerose proprietà benefiche. Altamente digeribili, aiutano a migliorare la digestione e l’assorbimento dei nutrienti. Sono dei potenti antinfiammatori grazie alle proprietà antiossidanti. Contribuiscono al corretto equilibrio ormonale e aiutano a perdere e a prendere peso assicurando una normale funzione metabolica.

Rischi e considerazioni: MCT preso da fonti alimentari e l’olio MCT puro possono avere alcuni benefici per la salute. Tuttavia, è importante ricordare che si tratta sempre di grassi e dunque devono essere assunti con moderazione visto che aggiungo grassi e calorie supplementari.
È inoltre importante ricordare che l’olio MCT ha un basso punto di fumo, quindi non è adatto alla cottura. Per cucinare è molto meglio utilizzare l’olio di cocco, che contiene moltissimi grassi MCT.

In commercio i trigliceridi a catena media (MCT) sono disponibili come integratori alimentari. Diverse ditte aggiungono aroma di arancia. Esistono anche prodotti all’aroma di burro, olio di oliva che possono essere usati come condimento per l’insalata, sulla pasta.

Potrebbero interessarti anche...