Categorie
Salute

Caffè allunga la vita. E va bene anche decaffeinato

Il caffè allunga la vita. Ne basta anche uno solo. Ma più se ne beve, meglio è: chi ne beve tre tazzine al dì, infatti, sembra essere più longevo dei non bevitori, indipendentemente dal metodo di preparazione e anche dalla scelta tra decaffeinato o caffè normale.

A dirlo è il più ampio lavoro mai condotto sull’argomento: uno studio su oltre mezzo milione di individui in 10 Paesi europei, tra cui l’Italia. La ricerca è stata condotta da esperti della IARC (International Agency for Research on Cancer) e dell’Imperial College di Londra.

Secondo quanto riferito sulla rivista Annals of Internal Medicine, è stato preso in esame nel dettaglio il consumo di caffè da parte dei partecipanti (che facevano parte dello studio EPIC), come pure i diversi modi di preparazione e la presenza o meno di caffeina.

I partecipanti sono stati monitorati per un tempo medio di 16 anni e tutti i decessi e le relative cause registrati. È emerso che bere abitualmente caffè è associato a ridotto rischio di morte per tutte le cause, in particolare per malattie circolatorie e del tratto digerente.

Gli esperti ipotizzano che i benefici del caffè siano multipli, ad esempio che la nera bevanda abbia effetti protettivi significativi sul fegato e che più in generale eserciti i suoi effetti benefici su tutto l’organismo grazie all’elevato contenuto in molecole quali gli antiossidanti ma non solo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.