Acido folico e vitamina B12 per tenere lontana la malinconia

HELSINKI – Le giornate cupe, brevi, fredde e il Natale in arrivo possono far venire la malinconia a qualcuno. Ma in questi casi ci si può aiutare anche con un’alimentazione ad hoc.

Uno studio del Dipartimento di Psichiatria dell’Etela Savo Sud Hospital District in Finlandia ha infatti scoperto che bassi livelli di vitamina B12 e folati nel sangue possono aumentare il rischio di sviluppare depressione malinconica e sindrome metabolica, cioè due sottotipi di depressione.

Queste due sostanze nutritive si trovano soprattutto nei cereali integrali, nelle verdure a foglia verde, nel fegato, nelle uova e nel pollame.

I ricercatori finlandesi hanno notato che chi assume quantità sufficienti di acido folico il rischio di sintomi depressivi come umore triste e malinconia si riduce del 50% rispetto a chi assume livelli bassi di queste sostanze. Se si assume anche un buon quantitativo di vitamina B12 il pericolo di soffrire di questi sintomi si riduce di un terzo.

Anche per quanto riguarda la sindrome metabolica, cioè l’insieme di quei fattori di rischio a livello del metabolismo che aumentano le probabilità di sviluppare diabete e patologie cardiovascolari, il ruolo di vitamina B12 e acido folico è fondamentale.

 

 

Potrebbero interessarti anche...