Categorie
moda

Meghan Markle, la sua t-shirt Mère Soeur è un inno al femminismo

Meghan Markle ha fatto una breve apparizione nel video che sponsorizza la nuova serie del marito Harry e Oprah Winfrey dedicata alla salute mentale, “The Me You Can’t See“.

L’ex attrice indossa una maglietta simbolica con scritto “Raising The Future“.

Si tratta di un modello del marchio indipendente MÈRE SOEUR, con in quale la Duchessa rende omaggio a suo figlio Archie e sua figlia, che dovrebbe nascere alla fine della primavera.

Meghan sostiene da sempre l’uguaglianza di genere, i diritti delle donne e la sostenibilità.

Lo ha fatto indossando questa t-shirt prodotta nel Regno Unito e stampata su quelle che il marchio descrive come magliette “Earth Positive”.

Solo qualche settimana fa, in occasione del Vax Live, la moglie di Harry ha sfoggiato la collana Woman Power di Awe. Il ciondolo in questione celebra la femminilità e il potere delle donne.

Meghan Markle, femminista fin dalla giovane età.

“All’età di 11 anni, ho visto una pubblicità in tv di un detersivo per lavastoviglie in cui il claim recitava “Tutte le donne d’America combattono contro il lo sporco e l’unto delle pentole”, ha raccontato la duchessa.

“A scuola un mio compagno di classe aveva commentato che era giusto così perché la cucina era il posto in cui le donne dovevano stare”.

“Ricordo di essermi sentita arrabbiata e scioccata e di aver pensato che non era giusto e bisognava fare qualcosa. Sono tornata a casa e l’ho detto al papà che mi ha incoraggiato a scrivere una lettera”.

“Così ho fatto e l’ho mandata alle persone più importanti che ritenevo dovessero sapere: alla first lady Hillary Clinton, a Linda Ellerbee conduttrice di un programma per bambini, all’avvocato Gloria Allred e all’azienda produttrice di sapone”.

“Poche settimane dopo ho ho ricevuto lettere di incoraggiamento da Hillary Clinton, mentre una troupe dello show tv per bambini venne a casa per intervistatemi”.

“Un mese dopo Procter & Gamble cambiò il claim del detersivo, che diventò ‘Tutte le persone d’America lottano contro lo sporco’”.