Lokum… I caratteristici dolcetti turchi

Lokum... I caratteristici dolcetti turchi

Roma – Lokum… I caratteristici dolcetti turchi.

“Secondo la compagnia confettiera “Ali Muhiddin Hacı Bekir” di Istanbul, fondata nel 1777, il lokum si produce in Turchia sin dal XV secolo. Anticamente veniva prodotto con melassa e miele come dolcificanti e acqua e aromi come leganti. L’attuale ricetta (che prevede amido e zucchero) invece, fu inventata e commercializzata dalla stessa ditta “Ali Muhiddin Hacı Bekir” nel XIX secolo. Fu introdotto in Europa dagli inglesi con il nome di Turkish Delight (delizia turca) diventando noto e apprezzato in tutto il continente.” (Fonte: Wikipedia)

Mariledi Varagnolo ci insegna a prepararli.

Tempo di preparazione.
2 ore.

Difficoltà.
Facile.

Ingredienti per 40 pezzi.

Per lo sciroppo.
410 g di zucchero semolato.
165 g di acqua.

Per la massa.
10 g di cremor tartaro.
70 g di amido di mais.
335 g di acqua.
Acqua di rose qb (io estratto naturale di vaniglia).
Zucchero a velo qb.
200 g di pistacchi interi (frutta secca caramellata – nocciole, noci, mandorle).

Procedimento.
In un pentolino portare acqua e zucchero a 115°C.
Quando lo sciroppo di acqua e zucchero è intorno ai 105°C, mettere in una pentola dal fondo spesso la seconda dose di acqua (la più grande), aggiungere l’amido mescolando con una frusta e scaldare a fuoco vivo.
Quando bolle aggiungere il cremor tartaro.
Quando gelatinizza l’amido, abbassare il fuoco al minimo.
Quando lo sciroppo è a temperatura , spostare dal fuoco il gel di acqua e amido e aggiungere lo sciroppo un po’ alla volta mescolando con energia con la frusta e facendo sì che lo sciroppo venga assorbito prima di aggiungerne dell’altro.
Rimettere il tutto sul fuoco, aggiungendovi l’essenza aromatizzante di vaniglia, e da quando arriva al bollore, lasciarle al fuoco per 40 minuti sempre mescolando.
Alla fine aggiungervi la frutta secca caramellata mescolando con un cucchiaio e mettere poi il tutto in uno stampo di silicone per semisfere piccole o in uno stampo quadrato 20×20 circa. Se lo stampo sarà in altro materiale va unto con dell’olio. Lasciar riposare a temperatura ambiente per una notte.
Togliere le semisfere dagli stampi (nel caso dello stampo unico togliere il dolce dallo stampo e tagliarlo a quadrotti), passare i dolcetti nello zucchero a velo e disporli in un piatto.

.

In collaborazione con il Gruppo Facebook  “Quelli che non solo dolci”

Per saperne di più sul gruppo “Quelli che non solo dolci” clicca qui.

Se vuoi diventare anche tu un membro del gruppo clicca qui.

.

Chi è Mariledi Varagnolo.

Mi chiamo Mariledi e lo confesso: mi piace pasticciare in cucina! Nella vita sono una massaggiatrice e insegno meditazione e tecniche di rilassamento. Dopo le mie ricette la cucina sembra un campo di battaglia ma avere le mani in pasta è appassionante ed è una scusa per mangiare tante cose buone.

Altre ricette di Mariledi presenti su Ladyblitz:

Polpettine vegetariane con ceci e radicchio di Chioggia.
Torta alla Ricotta e Amarene senza glutine.
Frittata al Forno con Ricotta e Erbette.
Fornata ai 3 Formaggi e Broccolo Romano.

Mariledi Varagnolo
Mariledi Varagnolo
.

.

Link a Lady Kitchen

Potrebbero interessarti anche...